rotate-mobile
Calcio Pian di Massiano

Calcio serie C, squillo del Perugia e Formisano ci crede: "Terzo posto ancora possibile"

La Carrarese è sotto di quattro gol a Recanati e dista solo due punti. Parla anche Federico Ricci

Il calcio a volte regala, o rischia di regalare, sviluppi inaspettati. Alla fine del primo tempo la Carrarese è sotto di quattro gol a Recanati e se le cose dovessero rimanere così il terzo posto disterebbe soltanto due punti. Il Perugia il suo dovere l'ha ampiamente fatto, imponendosi per 3-0 sull'Olbia.

L'intepretazione della gara ha reso felice il tecnico Alessandro Vittorio Formisano: ""La strada è sempre lunga e dobbiamo continuare a migliorarci nel quotidiano. Le nuove soluzioni? Sono dettate dalle caratteristiche di alcuni calciatori. I tre gol vengono da tre azioni manovrate. La prestazione direi che è stata all'altezza". Ricci e Iannoni sono stati tra i migliori in campo: "Federico con me aveva iniziato bene poi è stato fermo per un problema alla caviglia. La sua è stata una grande prestazione figlia del lavoro settimanale. Edoardo invece fa della continuità il suo punto migliore, cresce sul gioco sul corto. Poi ti fa gol con uno strappo". Malgrado le partite diminuiscano c'è ancora possibilità di migliorare la classifica: "Non ci dobbiamo accontentare. Fino al fischio finale di Cesena ci dobbiamo provare. La nostra finale è con la Vis Pesaro,  poi ci porremo il problema su chi affrontare nei playoff". Anche Vasquez è tornato al gol: "Sono estremamente contento per lui perché è un giocatore importante, ma deve essere un punto di partenza. L'umiltà e la fame devono essere nostri tratti distintivi e dobbiamo essere questi a prescindere". Ogni volta che il Perugia perde torna subito a vincere. E questa è una curiosità: "Odio la sconfitta. Cerchiamo poi di dare quel qualcosa in più. Oggi c'è stata una sliding door ovvero la stessa situazione di Carrara, ma curando i dettagli diventeremo una squadra migliore".

Decisivo è risultato l'apporto di Federico Ricci, autore del terzo sigillo: "Quando si vince si sta sempre bene. Più gioco più prendo continuità sempre importante per un calciatore". La battuta del rigore è stata preceduta da un conciliabolo tra tre giocatori: "Io Vasquez e Lisi ci siamo parlati e mi hanno lasciato il pallone. Siamo in bel gruppo e lo si vede anche da queste cose": Chiusura con una dedica speciale: "Il gol è dedicato a mia figlia, ha 7 mesi e ho fatto il ciuccio per lei".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie C, squillo del Perugia e Formisano ci crede: "Terzo posto ancora possibile"

PerugiaToday è in caricamento