Martedì, 23 Luglio 2024
Calcio Pian di Massiano

Calcio serie B, il Perugia atteso ad un duro esame. Castori: "L'Ascoli si è ricompattato, occhio al suo orgoglio"

Il tecnico biancorosso, nella conferenza stampa della vigilia, non nasconde di temere lo spirito di reazione dei marchigiani, passati dalla guida di Bucchi a quella di Breda. Rosi e Olivieri ci saranno

In molti avrebbero voluto giocare questa partita una settimana fa, ma il calcio spesso è imprevedibile e non è necessariamente una frase fatta. L'Ascoli, passato dalla guida di Cristian Bucchi a quella di Roberto Breda, abile a risolvere le situazioni intricate, sarà di certo una squadra diversa rispetto a quella vista nelle ultime settimane (una sola vittoria delle ultime 12 uscite), ma il Perugia, che ha risistemato la classifica ma solo provvisoriamente, non può permettersi nè di portare con se timori di alcun genere nè quantomeno di rallentare il passo. Di fatto sarà uno scontro diretto, con tutte le tensioni che questo comporta.

Ascoli per Fabrizio Castori significa anche casa. Da giovane andava a vedere le partite della squadra bianconera, ma alla sua carriera di allenatore è legato un aneddoto: era la stagione 2010/11 e riuscì a salvare direttamente il Picchio malgrado una pessima partenza (7 punti prima del suo avvento al posto di Elio Gustinetti) e soprattutto una penalizzazione di sei punti per problemi societari. Domani però non ci sarà spazio per i sentimenti: si cercherà quella vittoria che potrebbe aprire nuovi scenari.

Il tecnico avrà nuovamente a disposizione Marco Olivieri e Aleandro Rosi: da vedere se saranno schierati da titolari. Una decisione in merito verrà presa in extremis, come sempre accade. 

ALTRO CAMPIONATO? - Per Castori il match di domani non cambia molto in questo senso: "Bisogna considerare la posizione di classifica. Siamo momentaneamente fuori dalla zona retrocessione e non possiamo fermarci".

IL PERICOLO MAGGIORE - C'è una certa preoccupazione per come i padroni di casa reagiranno al cambio di guida tecnica: "Intanto loro sono una squadra forte che ha avuto un calo fisiologico. Sarà una partita pericolosa perché bisogna aspettarsi uno scatto di orgoglio. Il coefficiente di difficoltà sarà ancora più alto". 

INFERMERIA - Ci saranno dunque Rosi e Olivieri, che "sono convocati e disponibili. L'infortunio di Marco è stato meno grave del previsto". Mancherà Curado, il cui infortunio "non credo sia particolarmente serio. L'assenza di un giocatore crea opportunità ad un altro". 

SORPRESA MA NON TROPPO - Dopo un periodo complicato Iannoni ne sta venendo fuori bene: "Giocando può solo migliorare. Ha acquisito la giusta mentalità per la categoria e la continuità non può che fargli bene. Ma non deve sedersi, non faccio sconti a nessuno". 

RITORNO A CASA - Ascoli non è un ambiente sconosciuta a Castori: "Mi lega un rapporto affettivo con la piazza ma in campo si va per fare risultato. La tifoseria si è ricompattata e troveremo una squadra che verrà supportata. Conosco l'ambiente e so quanto possa essere difficile questa partita". Come si viene fuori? "Il passato conta poco. Che siamo in condizione ottimale è vero ma non significa che possiamo vincere automaticamente. Servirà una grande prestazione". 

I NUOVI - Ecco infine come sta procedendo l'ambientamento dei tre nuovi acquisti: "Capezzi inizia a conoscere meglio la squadra e l'inserimento procede nel modo giusto. Lo stesso dicasi per Cancellieri ed Ekong". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie B, il Perugia atteso ad un duro esame. Castori: "L'Ascoli si è ricompattato, occhio al suo orgoglio"
PerugiaToday è in caricamento