SPECIALE EUmbria - Un Terremoto di Solidarietà dopo quello di macerie: giovani da tutta Europa per aiutare Norcia

"Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE- Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea".

eumbria_logo-7

*********
Il 21 settembre scorso si è conclusa a Norcia la prima parte del progetto Un terremoto di solidarietà. Parte del più ampio programma del Corpo di Solidarietà Europeo, Un terremoto di solidarietà ha visto partecipare sedici ragazzi, provenienti da tutta Europa, in svariate attività della comunità nursina per circa due mesi. Da un aiuto concreto alla ricostruzione degli edifici storici gravemente danneggiati, a laboratori di teatro, per proseguire anche attraverso tornei di briscola con gli anziani, questi giovani hanno aiutato a riempire, con la loro presenza ed il loro spirito, un vuoto latente formatosi dopo i fatti accaduti negli ultimi anni.

“La presenza di questi ragazzi si è dimostrata molto importante, una finestra sul mondo, una boccata di aria fresca dopo il sisma” afferma Giulio Mariotti, coordinatore del progetto a Norcia ed in Umbria “Secondo di una serie di progetti messi in atto dall’Unione Europea, Un Terremoto di Solidarietà si contestualizza in un più ampio quadro che vede coinvolti giovani europei anche in Abruzzo e nelle Marche per una stima di circa 100 giovani che collaboreranno tra il 2018 ed il 2019”.

Il progetto, coordinato dal Comune di Pescara, è gestito in Umbria dalla associazione Kora ed a Norcia dall’Assessore alla Cultura e alla comunicazione Giuseppina Perla. Norcia è stata la base del primo progetto del Corpo di Solidarietà in Italia. Fortemente voluto dal Presidente della Commissione Europea Jean Claude Junker, il
Corpo di Solidarietà nasce per sopperire alla crisi esistenziale che l’Europa sta affrontando. La presenza di giovani, dai 18 ai 30 anni, in aree problematiche,
rappresenta un ponte tra locale e globale, tra territorio ed Europa.

“Voglio che si istituisca un Corpo Europeo di Solidarietà perché la solidarietà è il collante che tiene insieme l’Unione. I giovani di tutta l’UE potranno offrire il proprio aiuto laddove è più necessario per reagire alle situazioni di crisi, come […] il recente terremoto in Italia”. Queste erano le parole pronunciate da Junker a Bruxelles ne “Il discorso sullo Stato dell’Unione”. Correva l’anno 2016. Ad oggi quelle parole si sono riempite di concretezza grazie alla volontà ed alla voglia di fare di giovani europei e volontari locali che, nel caso di Norcia, hanno saputo essere veicolo di valori, voglia di fare e buoni propositi.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI EUmbria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

striscia-loghi-6

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento