Perugia-Fermana 2-0, Caserta ed Elia in coro: "Modulo e ruoli non fanno la differenza"

Il tecnico dopo la vittoria del Curi: "I sistemi di gioco contano fino a un certo punto: ho visto il Grifo che volevo". E il suo 'pupillo' gongola: "Gioco dove serve, qui per riconquistare la B"

Alla quinta giornata, reduce dai due ko di fila incassati contro il Cesena e a Mantova, il Perugia era già condannato alla vittoria contro la Fermana e la 'missione' è stata compiuta. Un risultato che ridà morale e serenità a un Grifo chiamato ora a confermarsi mercoledì, nel turno infrasettimanale sul campo del Legnago. Fabio Caserta intanto si gode questo successo che, al di là di un'avversario tutt'altro che irresistibile, è arrivato anche grazie al nuovo 'abito' con cui lui ha rimodellato la squadra.

Perugia-Fermana 2-0, le pagelle del Grifo: Caserta di sciabola, Elia da paura

Un 3-5-2 che ha ridato compattezza e 'cattiveria' ai biancorossi: "I moduli non sono nulla se non vengono applicati con la giusta determinazione - ha detto però il tecnico dopo il match ai microfoni di 'Umbria Tv' -. A me piace un certo tipo di calcio che può essere giocato sia con la difesa a quattro che con quella a tre e i ragazzi sono stati bravi dopo la brutta sconfitta con il Cesena e la prestazione bruttissima di Mantova". 

Caserta fa poi il punto sui rigoristi dopo il secondo gol di fila di Moscati dal dischetto e l'errore di Murano: "Dopo Burrai (oggi squalificato, ndr) il rigorista è Moscati che nella ripresa ha ceduto il pallone a Murano per farlo segnare. Peccato per l'errore, ma lì davanti sia lui che Melchiorri mi sono piaciuti". Complimenti poi al suo 'pupillo' Elia, già allenato nelle due ultime stagioni alla Juve Stabia, e schierato stavolta come quinto di destra: "L'ho voluto perché è molto duttile e può fare l'esterno, il terzino e la mezzala. Ha grande corsa e sta a me sfruttarne le qualità, partendo da dietro può essere devastante. Oggi tutti hanno comunque fatto una grande partita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Perugia-Fermana 2-0: il Grifo si rialza con Negro e il rigorista Moscati

E dopo la gara ha parlato anche il giovane atalantino, migliore in campo: "Mi piace giocare esterno nel tridente ma il ruolo non conta - ha detto Elia sempre ai microfoni di Umbria Tv -. Sono qui perché il mister mi stima e darò sempre il massimo per il Perugia, che vogliamo riportare in B: non mi importa il ruolo, né quanti minuti gioco". Poi 'spiega' la veronica con cui ha conquistato il primo rigore: "Una giocata d'istinto, non certo una di quelle che si preparano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento