rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Sport

Il Perugia è in Prima Divisione: è festa! La felicità di Santopadre

In occasione della promozione matematica del Perugia ottenuta dopo la vittoria in rimonta per 3-1 sul campo del Fano, le parole entusiaste del presidente Massimiliano Santopadre

Il Perugia Calcio espugna il campo del Fano con il risultato di 3-1 e anche grazie alla clamorosa sconfitta del Vigor Lamezia sul campo lucano del Melfi (1-0), gli umbri passano matematicamente in Prima Divisione e senza la lotteria dei play-off. Una bella vittoria, da prima della classe e ottenuta in rimonta con le reti di Balistreri e la doppietta di Ferri Marini.

Per l'occasione PerugiaToday ha raggiunto il presidente dei biancorossi, Massimiliano Santopadre per il primo commento a caldo dopo il fischio finale sul campo del Fano che ha consentito al Grifo di mettere i piedi nel paradiso della prima divisione.

Dopo le congratulazioni del caso da parte della redazione, Santopadre sembra non contenere l'emozione per l'importanza del risultato raggiunto: "Grazie, ero a Fano insieme a Gianni Moneti e al fischio finale abbiamo provato un'emozione fortissima, così forte da essere ancora viva in questo momento. Siamo contenti perchè abbiamo voluto fortemente prendere le redini di questa storica società e adesso siamo molto felici".

Il presidente del Grifo, raggiunto nel pomeriggio al telefono e sollecitato in merito alle grandi aspettative, che potrebbero scaturire nei tanti tifosi della maglia biancorossa, dopo la matematica promozione, non ha alcun dubbio: "Il futuro del Perugia sarà roseo. Io e Gianni siamo due persone serie e indipendentemente dai risultati sportivi sul campo dei ragazzi, garantiremo al calcio perugino un avvenire degno di questa piazza".

Proprio pensando al futuro della squadra, che nella stagione 2012-2013 proverà nell'impresa di un altro salto di categoria, il presindentissimo ricorda qualche piccolo empasse e un momento difficile in particolare, prima di giungere alle emozioni provate in questo giorno di festa: "Il passaggio di proprietà dalla Fortebraccio è stato un momento particolare, perchè credevamo di non farcela ad un certo punto. Ma con Moneti volevamo fortemente questa squadra.

E prima di concludere il suo intervento telefonico, Santopadre cerca di tenere alta la concentrazione dell'ambiente del Grifo e soprattutto nello spogliatoio, dove i ragazzi hanno festeggiato gioiosi: "Adesso godiamoci questa festa fino a mezzanotte, ma da domani tutti al lavoro, perchè c'è un campionato da finire e soprattutto perchè il Perugia e i suoi due presidenti vogliono arrivare primi".

In serata, poi appuntamento in centro storico per l'abbraccio con i tifosi entusiasti per la seconda promozione consecutiva.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Perugia è in Prima Divisione: è festa! La felicità di Santopadre

PerugiaToday è in caricamento