menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley, Perugia-Milano 2-3: Sir rimontata, i playoff scudetto iniziano con un ko

Sfida 'infinita' al PalaBarton: in gara 1 dei quarti i bianconeri volano sul 2-0 ma subiscono il ritorno degli ospiti, che vincono gli ultimi tre parziali ai vantaggi e fanno festa al tie-break

Harakiri Perugia al PalaBarton, dove la Sir vola presto sul 2-0 ma si fa poi rimontare e superare da Milano al tie-break, che si aggiudica così gara 1 dei playoff scudetto della Superlega di Volley vincendo ai vantaggi gli ultimi tre parziali di una sfida 'infinita' (lunghissimo in particolare il quarto set). Un ko amaro per la squadra di coach Heynen, che già domenica (14 marzo, ore 19) cercherà il riscatto in gara 2 sul campo dei meneghini: unico risultato a disposizione per rimanere in corsa per il titolo è la vittoria.

SIR A DUE FACCE - Match a due facce quello del PalaBarton, con Perugia che parte forte nei primi due parziali con percentuali alte in attacco e pochi errori diretti. Poi dal terzo parziale la partita cambia. Milano non molla la presa, cresce in fase break e capitalizza i palloni importanti nelle fasi calde. Tre set chiusi ai vantaggi tutti a favore della squadra di Piazza con il muro di Piano che al tie break mette la firma conclusiva. 

NON BASTA LEON - Sfida equilibrata e combattuta con Perugia che vince nel conto degli ace, 7 contro 5, e con Milano che fa sua quella dei muri, 10 contro 12. Best scorer nella metà campo bianconera Wilfredo Leon che chiude con 31 palloni vincenti. Doppia cifra anche per Muzaj (15), Plotnytskyi (18) e per un ottimo Solè (19 punti con il 68% in primo tempo e 4 muri vincenti). Ora obbligatorio mettere subito la testa nello scatolone e convogliare tutte le energie per domenica e per una gara 2 cruciale per i destini di Perugia nella corsa al tricolore.

Perugia-Milano 2-3: la cronaca set per set

I COMMENTI - “Oggi abbiamo perso perché abbiamo meritato di perdere - è il commento a caldo del libero bianconero Max Colaci -, loro sono stati più bravi di noi e bisogna riconoscerlo. Siamo partiti bene, giocando due set abbastanza bene, poi siamo calati, abbiamo commesso tanti errori in tutti i fondamentali, abbiamo perso la pazienza, la partita è girata e hanno vinto loro”. Dal rammarico del perugino alla gioia di Roberto Piazza: “Abbiamo vinto perché non abbiamo mollato mai - dice il coach di Milano dopo il match -. Poi se loro giocano sul livello dei primi due set è molto difficile, anche se noi potevamo giocarli comunque meglio. Ora testa a domenica, è una partita secca, Perugia è abituata a giocarle e noi no”.

IL TABELLINO:

Perugia-Milano 2-3 (25-18, 25-21, 25-27, 31-33, 17-19)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 2, Muzaj 15, Russo 9, Solè 19, Leon 31, Plotnytskyi 18, Colaci (libero), Zimmermann, Vernon-Evans 1, Piccinelli, Ter Horst, Atanasijevic 2, Ricci. N.e.: Biglino (libero). All. Heynen, vice all Fontana.

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 5, Patry 23, Piano 14, Kozamernik 9, Ishikawa 14, Urnaut 18, Pesaresi (libero), Daldello, Weber 2, Basic 1, Maar, Mosca. N.e.: Staforini, Meschiari (libero). All. Piazza, vice all. Camperi.

Arbitri: Umberto Zanussi - Bruno Frapiccini

LE CIFRE - Perugia: 21 b.s., 7 ace, 55% ric. pos., 21% ric. prf., 50% att., 10 muri. Milano: 16 b.s., 5 ace, 42% ric. pos., 20% ric. prf., 45% att., 12 muri.

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento