menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia-Perugia 3-1, le pagelle del Grifo: Oddo in tilt, Iemmello se ne va a spasso

Nessuna sufficienza tra i grifoni, spenti e confusi nella gara che poteva dare la salvezza diretta: tutte sbagliate le scelte del tecnico, il centravanti dimentica i fondamentali e si divora il gol del possibile pareggio

L'ATTACCO E IL TECNICO:

FALCINELLI 5 Oddo lo mette a fare l'ala destra e lui si attiene al compito con spirito di sacrificio. L'impegno come sempre non manca, ma dopo aver calciato debolmente con il sinistro da buona posizione in avvio (4') si concentra soprattutto sulla fase dfensiva, con scarsi risultati e facendo oltretutto da 'tappo' a Mazzocchi e Falzerano. (dall'11' st BUONAIUTO 5 Con la squadra sotto di due gol cerca di scuotere i compagni, ma l'impresa fallisce e nel finale si fa anche male, con il Grifo ora in ansia di sapere se potrà contare su di lui nella doppia sfida playout) 

IEMMELLO 4 "A Pietro non rinuncio" aveva detto alla viglia Oddo, ma il calciatore visto al 'Penzo' di Iemmello aveva solo la maglia con il numero nove. Sfasato e completamente fuori da un match in cui il Grifo si giocava la salvezza, in pochi minuti sbaglia due semplici stop 'lisciando' il pallone che gli passa tra le gambe, così come lo manca incredibilmente in avvio di ripresa (48') a un metro dalla porta vuota (sarebbe stato l'1-1). L'unico tiro in porta al 57' su sponda di Falzerano: stop di petto e destro debole con la palla consegnata a Lezzerini. Lui non si scompone più di tanto e continua ad andare a spasso per il campo fino al triplice fischio finale. Troppo poco per uno che doveva vincere la classifica dei capocannonieri e provare a evitare la sua terza retrocessione consecutiva dopo quelle di Benevento e Foggia.

Venezia-Perugia 3-1, incubo senza fine: Grifo ai playout e senza Angella

MELCHIORRI 5,5 Classe e attaccamento alla maglia (con il Grifo ha rinnovato il contratto qualche mese fa), nel primo tempo predica nel deserto provando invano a scuotere i compagni, con l'atteggiamento e le sue giocate più che con le parole. Come contro il Crotone al Curi si sacrifica da esterno sinistro anche nella fase difensiva, ma alla fine affonda insieme al resto della ciurma.

ALL. ODDO 4,5 Nella partita più importante va in tilt. 'Sceglie' di non 'scegliere' e rinuncia al suo credo calcistico per schierare tre i centravanti, snaturando così Melchiorri e Falcinelli costretti per tutto il primo tempo a fare i terzini, mentre Iemmello andava spasso da solo in avanti. Con il Venezia dominante fin dall'avvio non ha il coraggio di modificare in corsa l'assetto della squadra e per fare primo cambio aspetta il 56'. Inspiegabile poi l'ingresso di Nicolussi Caviglia, sempre tra i migliori con Cosmi, a soli otto minuti dalla fine e con la gara già compromessa. "Mi fido ciecamente dei miei ragazzi" aveva detto alla vigilia, ma qualcosa evidentemente non ha funzionato e se la squadra si è presentata spenta e confusa alla sfida più importante stagione, il comandante non può essere esentato da colpe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento