Coronavirus, gli ultras del Perugia contro la ripresa: "Vergognatevi farabutti"

Mentre il calcio e il Governo cercano soluzioni per far ripartire i campionati, la Curva Nord fa sentire la sua voce con uno striscione appeso fuori dallo stadio Curi

Tra protocolli sanitari per allenamenti e partite, trattative con le televisioni e tra società e calciatori per il taglio agli stipendi, il calcio cerca un modo per mettersi alle spalle l'emergenza coronavirus e ripartire per completare rimasti in sospeso. Un'operazione difficile, con la Fase 2 avviata solo parzialmente dal Governo il 4 maggio scorso e con tante attività commerciali ancora chiuse, che si prova comunque a realizzare per salvare il calcio, una delle aziende più importanti del Paese, dai danni economici che derviverebbero da un definitivo stop.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, il grido della Curva Nord del Perugia: "Il calcio abbia rispetto e si fermi"

Una scelta che non trova però d'accordo gli ultras del Perugia calcio che già nei giorni scorsi avevano chiarito il loro pensiero al riguardo: "Un calcio senza valori... non è il nostro calcio". Un messaggio ribadito oggi con uno striscione firmato Curva Nord e affisso fuori dallo stadio Curi: “I vostri profitti sulla pelle di tutti... vergognatevi farabutti!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento