Sport

Perugia, Caserta 'punge' da Benevento: "Santopadre sa perché non sono rimasto"

Dopo la conferenza del numero uno biancorosso oggi è stato il giorno dell'ormai ex tecnico, presentato a Benevento: "Scelta dovuta da tanti motivi che il presidente conosce"

Dopo la versione di Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia che ieri è tornato a parlare in conferenza stampa affrontando anche il tema del divorzio da Fabio Caserta, oggi è stata la volta del tecnico che ha riportato il Grifo in B ed è stato sostituito da Massimiliano Alvini: "Colgo l'occasione per ringraziare la piazza di Perugia, così come il presidente Santopadre che mi ha dato la possibilità di allenare in una piazza importante - ha detto durante la sua conferenza stampa di presentazione al Benevento -. Di ciò che ha detto dopo preferisco parlarne in privato. Non credo che sia il momento o il luogo di continuare a fare polemiche".

VIDEO Perugia, Santopadre: "Ecco cos'è successo con Caserta. Alvini? Scelta giusta"

Eppure un paio di 'punture' arrivano: "La scelta che ho fatto è stata al di là del Benevento - ha aggiunto Caserta -. La scelta di non restare a Perugia è dovuta da tanti motivi che Santopadre conosce. Ringrazio tutti. Non dimento che abbiamo vinto un campionato e farlo dopo una retrocessione non è semplice. Per me inizia una nuova avventura, penso a me stesso e cercherò di farmi apprezzare sul campo non per quanto dico davanti a un microfono". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, Caserta 'punge' da Benevento: "Santopadre sa perché non sono rimasto"

PerugiaToday è in caricamento