rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Calcio

Perugia, Formisano critico: "Da salvare solo l'approccio"

Il tecnico commenta con autocritica l'inattesa sconfitta di Vercelli. Kouan fa mea culpa e ammette: "Rinnovo? Ne stiamo parlando. Conterà la mia volontà"

Che la trasferta di Vercelli fosse complicata sotto molteplici punti di vista era prevedibile, ma che il Perugia potesse uscire sconfitto in pochi sicuramente lo credevano. Alessandro Vittorio Formisano, ai microfoni di Umbria TV, è scuro in volto: "Siamo incappati in una serata brutta sul piano degli episodi che hanno incanalato la gara. Dopo un buon approccio abbiamo perso un po 'le distanze. Un errore di Christian poi ci è costato caro anche se nel finale potevamo pareggiare ma non basta". L'errore principale è stato il seguente: "Dovevamo continuare con il ritmo intrapreso ma abbiamo accettato passivamente la situazione. Non siamo stati brillantissimi, dovevamo saper occupare meglio gli spazi. L'episodio di Christian si può spiegare anche in questi termini. Un peccato perché abbiamo mollato la presa anche se non avevano creato nulla". Da salvare c'è "l'approccio ma dobbiamo crescere sotto l'aspetto mentale. Dobbiamo essere lucidi. Non possiamo adattarci all'equilibrio che va rotto per forza. Se cominciamo a normalizzarsi si può perdere o pareggiare contro tutti". Mercoledì sarà ancora emergenza: "Questa situazione dura da tempo e dobbiamo trovare delle soluzioni in fretta. L'identità può portarci a fare dei punti".

Con la sua ingenuità ha modificato, ovviamente in negativo, l'andamento della gara ma Christian Kouan ci mette comunque la faccia: "Mi prendo la colpa ma l'arbitro ha fatto la sua parte. Chiedo scusa, ma ora resettiamo" Il centrocampista spiega: "Ogni partita ha le sue dinamiche. Il mister in settimana mi ha provato come seconda punta. Gioco dove serve". Sull'eventuale rinnovo di contratto, in scadenza a giugno: "il mio procuratore e la società ci stanno lavorando, vedremo che succede. A Perugia ho tutto questo è certo. Sono sereno, la mia volontà conta eccome". Sull'avversario: "Hanno giocato sul fatto che dovevamo viaggiare di più. Se non fossimo rimasti in dirci la musica sarebbe stata diversa. L'avversario mi ha tenuto la maglia ed è stato furbo. Ora ci sono Fermana e Torres, cercheremo di fare più punti possibile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, Formisano critico: "Da salvare solo l'approccio"

PerugiaToday è in caricamento