rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio Pian di Massiano

Calcio serie B, il Perugia avanza verso il dentro o fuori con il Benevento. Diverse le spine per Castori

Il gruppo deve essere bravo a parare le voci sul passaggio di proprietà e pensare a giocarsi le chance per i playout. La situazione a due giorni della partita

L'ora della verità si avvicina. Il Perugia, in un Curi che si preannuncia interamente biancorosso (è stata vietata la trasferta ai tifosi ospiti), si giocherà tra poco più di quarantotto ore un match da dentro o fuori. L'avversario, l'ultimo si spera solo della regular season, è il già retrocesso Benevento. 

Si sbaglierebbe a pensare che i campani, passati da poche sotto la guida dell'ex tecnico della Ternana Andrea Agostinelli, si presenteranno in Umbria già dimessi, così come sarebbe sbagliato essere rassegnati. Il Brescia giocherà a Palermo una partita molto più difficile almeno sulla carta contro una squadra in corsa per i playoff (a tal proposito la prevendita sta andando a gonfie vele e non è irrealistico immaginare un Barbera gremito da quarantamila persone) e si può sperare nel controsorpasso visto che i Grifoni hanno lo scontro diretto a favore.

Compattezza necessaria

Negli ultimi giorni si sono susseguite molte voci sul possibile passaggio di proprietà del Perugia Calcio. Premesso che il tifoso ha tutto il diritto di esprimere, nei modi dovuti, il proprio malcontento nei confronti della gestione societaria, è opportuno rimandare ogni tipo di processo al termine dei 90' e oltre minuti. A contare fino alle 22:20 di venerdì è il rettangolo verde e fino a che c'è il conforto dell'aritmetica si deve giocare. Va chiarito che non è questione di stare al fianco o contro qualcuno, ma in favore dell'interesse comune. Sembra una frase fatta ma non è così. Chiaro che poi il compito principale, quello di avere coscienza del momento e di onorare la maglia, spetta agli attori principali, i calciatori. Tutto è ancora in gioco e quanto accaduto lo scorso anno, anche se ci si giocava qualcosa di più prestigioso, lo dimostra (e a crederci a dir la verità non erano in tanti). C'è soltanto una cosa da fare: scendere in campo con grinta e motivazioni, qualità spesso mancate dalla Reggina in poi (Ferrara è un'eccezione), e sperare.

La situazione

Diverse sono le spine con cui Fabrizio Castori dovrà confrontarsi. Out da tempo Cristian Dell'Orco, c'è qualche preoccupazione per le condizioni di Francesco Lisi, che da un paio di giorni sta svolgendo differenziato. Circa l'impiego da titolare dell'esterno romano c'è ottimismo. Vanno verso il forfait Aleandro Rosi, Jacopo Furlan e Aljaz Struna (questi ultimi due rischierebbero anche gli eventuali playout) mentre è in dubbio anche il portiere partito titolare, Stefano Gori, alle prese con un problema alla spalla. 

Possibile formazione

In ragione di questa situazione Castori potrebbe schierare il Grifo con il 3-4-1-2, spinto dall'assoluta necessità di vincere. In porta si va verso la conferma di Abibi, mentre scelte obbligate sono previste in difesa con Sgarbi, Curado e Angella. Centrocampo con Paz, Capezzi (o Iannoni), Santoro e Lisi (dando per scontato il suo recupero, se non dovesse farcela è pronto Cancellieri); Luperini trequartista alle spalle di Di Serio e Olivieri, la coppia che quest'anno ha fornito la maggiore affidabilità prima che problemi fisici colpissero a turno entrambi i giocatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie B, il Perugia avanza verso il dentro o fuori con il Benevento. Diverse le spine per Castori

PerugiaToday è in caricamento