Cronaca

Terremoto, cala il numero degli sfollati in Umbria, ma oltre 400 persone vivono in tenda

Le persone che hanno trovato assistenza in alberghi sono 1087; 436 sono gli assistiti in tende. Disponibili online i bollettini sismici del servizio geologico regionale

In seguito al terremoto che il 30 ottobre ha messo in ginocchio Norcia e la Valnerina, ad oggi risultato senza una casa 4213 persone, assistite in alcune zone dell’Umbria. I dati aggiornati sono forniti dal Servizio regionale di Protezione Civile.

Le persone che hanno trovato assistenza in alberghi  fuori dall’area del terremoto sono 1087 e 436 sono gli assistiti in tende. Altre 548 persone sono alloggiate in tensostrutture tipo tende sociali, 1936 in strutture e altre 206 persone sono assistite in strutture ricettive locali.

Terremoto, Mattarella firma il decreto: arrivano i moduli abitativi, addio tende

Intanto continuano gli aiuti in favore degli allevatori: Dal 31 ottobre all’11 novembre sono stati 148 i sopralluoghi effettuati presso gli allevamenti dei Comuni colpiti, per rilevare i danni alle stalle e alle strutture funzionali agli allevamenti, quali fienili e magazzini, finalizzati all’assegnazione di strutture temporanee.  Intanto, il personale della Direzione regionale dell’Agricoltura e del Corpo Forestale, unitamente alle Associazioni di categoria, ha garantito agli allevamenti lesionati l’acqua e lo stoccaggio e la distribuzione di fieno e mangime proveniente da donazioni.

Terremoto: gli allevamenti salvati dal sisma, animali trasferiti e stalle sicure

Sisma, disponibili online bollettini sismici del servizio geologico. Il Servizio Geologico della Regione Umbria ha messo online come “open data” i dati relativi ai mesi della crisi sismica da agosto a ottobre 2016.  Sono 9914 gli eventi sismici da agosto a ottobre registrati dalla rete sismica regionale nei comuni di Norcia (8863), Preci (962) e Cascia (82).

Terremoto, scossa importante nel Centro Italia, avvertita anche in Umbria

Il bollettino sismico contiene i dati della Rete sismica locale della Regione Umbria (Re.Si.R.). I dati sono mensili e semestrali e partono dal gennaio 2015. Sono indicati gli epicentri dei terremoti con i dati principali e sono inoltre indicati, per ogni comune umbro, il numero totale degli eventi sismici e la magnitudo più elevata registrata. Il colore assegnato ad ogni comune permette di visualizzare subito il numero totale di eventi sismici verificatesi nel periodo temporale considerato (mensile, semestrale).

 Dal 24 agosto ad oggi, informa il responsabile regionale della rete sismica regionale, Andrea Motti, sono state effettuate molte attività per far fronte alle diverse necessità: 2016 ore di servizio prestato durante le fasi di emergenza con un massimo giornaliero operativo di 6 tra geologi o sismologi, 3600 telefonate ricevute a cui si sono fornite informazioni, 180 sopralluoghi geologici di verifica, 12 indagini geofisiche e relazioni geologiche, 1600 fotografie di documentazione, 4000 chilometri quadrati di cartografia geologica di dettaglio tra Umbria e Marche fornita agli Enti pubblici e di ricerca. I bollettini sismici sono disponibili sul portale “open data” e sul portale istituzionale della Regione Umbria

Un aiuto alla Protezione Civile di Spoleto da parte di alcune associazioni del Comune di Pietramelara che hanno consegnato al COC di Santo Chiodo indumenti, beni alimentari non deperibili, vestiario, prodotti igienici.La raccolta è stata realizzata grazie ai contatti tra il Consigliere Stefano Proietti e alcune associazioni del Comune: l’Associazione Work In Progress Pietramelara, i Giovani Crescono, Artes Loci, Meravigliosamente che stanno raccogliendo ulteriore materiale da consegnare a Santo Chiodo nei prossimi giorni. Altre donazioni, provenienti da tutta Italia, sono arrivate al Centro Operativo Comunale della Protezione Civile. Sempre nell’ambito dell’assistenza alla popolazione domenica 13 e lunedì 14 ottobre al Terminal Le Mattonelle verranno consegnate gratuitamente, da parte di volontari della Protezione Civile e dall’associazione Dorainpoi, rimedi naturali ed erboristici contro l’ansia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, cala il numero degli sfollati in Umbria, ma oltre 400 persone vivono in tenda

PerugiaToday è in caricamento