rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Volley

Coppa Italia, stavolta la battaglia con Milano è vincente e la Sir va in finale

Il match si potrebbe chiudere in quattro set, ma i Block Devils subiscono una rimonta "impossibile" e devono sudare fino al tie break. Monza ultimo ostacolo sulla strada del trofeo

Missione compiuta, dopo aver sprecato l'impossibile. In tanti, tra coloro che hanno visto la parttia in televisione o all'Unipol Arena, avranno pensato che a metà del quarto set i giochi erano chiusi. Invece l'Allianz Milano ha provato ancora una volta a recitare il ruolo di guastafeste di un verdetto praticamente già in cassaforte ed è riuscita a rimontare punto su punto, portando la sfida al tie break quando probabilmente nemmeno di credeva più. Qui però la Sir Susa Vim Perugia ha dimostrato di essere la squadra in assoluto migliore, vincendo dunque per 3-2 e guadagnando l'accesso alla finale di Coppa Italia che si giocherà domani alle ore 15:45. 

L'avversaria di questo ultimo atto è la Vero Volley Monza, che ha sorpresa, nell'altro scontro di semifinale, ha fatto fuori, con il medesimo punteggio, l'Itas Trentino, capolista della Superlega. La squadra di Massimo Eccheli ha dimostrato di essere in più di una circostanza un cliente scomodo e certi cali di concentrazione, se si vorrà riportare il trofeo a Perugia, non saranno ammissibili.

I Block Devils devono dire grazie a Ben Tara, che chiude con 21 palloni vincenti; poi Plotnytskyi con 19 e Semeniuk con 18. In doppia cifra a quota 10 finisce anche Russo (6 su 7 in primo tempo), mentre è determinante l’ingresso di Solè che attacca poco, ma realizza 7 muri punto.

La partita

Lorenzetti getta nella mischia Ben Tara opposto, Flavio e Russo centrali. Partita difficile sin dall'inizio, malgrado il buon avvio bianconero con Ben Tara (5-3). Kaziyski e Porro ben presto dimostrano il proprio valore e portano l'inerzia del primo set dalla loro parte (11-13). Va in battuta Reggers, che in collaborazione con Ishikawa rende il distacco importante (15-20). L'Allianz non trema e porta a termine lo 0-1 con Loser (20-25).

Per Perugia non migliorano le cose nemmeno nella seconda frazione (0-3); Semeniuk tenta di dare la scossa (3-4), ma Ishikawa sfrutta l'occassione del 5-8. Loser sbaglia (8-9), Ben Tara ribalta il parziale (11-10). Muro di Porro per il controsorpasso Milano (12-13), Plontnytskyi, dopo una strepitosa difesa di Colaci, contrattacca per il 17-15. Russo dai nove metri pare sistemare le cose (20-15), ma Milano torna a farsi minacciosa con Dirlic (20-18). Muro del neoentrato Solè ai danni di Loser (22-18), Ben Tara commette invasione (23-21). Tre set point per Perugia, due ne vengono annullati, l'ultimo con l'ace di Kaziyski (24-23). Mani out di Semeniuk che consente alla Sir di pareggiare (25-23).

Galvanizzati i Block Devils partono alla grande nel terzo set con Semeniuk (5-3) e Plotnytskyi (10-4), Dell'ucraino anche il 12-5. Mergarejo va in battuta e infila il 15-11, Semeniuk e Ben Tara allontanano ogni pericolo (22-13). Muro di Russo per il 25-15 e Perugia che passa in vantaggio. 

Al ritorno in campo Russo, Solè e Semeniuk appaioni cinici e concreti (5-2). Il polacco realizza l'ace del 10-4. Ishikawa va a sbattere contro il muro (16-8) e sembra scriversi la parola fine su questa semifinale. Niente di più sbagliato: il muro bianconero commette invasione a rete (16-12), Reggers e Mergarejo non perdonano (17-15). Ancora Reggers e poi Ishikawa trovano l'incredibile riaggancio (19-19), Mergarejo il sorpasso (21-22). Semeniuk sbaglia (22-24), Ishikawa no. 23-25 e match clamorosamente al tie break.

Perugia riesce a ripartire nel modo giusto con Ben Tara (3-1) e, con due muri di Russo, ad andare sul 6-2. Reggers sbaglia e i bianconeri guadagnano il cambio di campo (8-3). Tutto finito? No, nemmeno stavolta. Porro, con l'aiuto del nastro, trova l'ace del 12-11, ma i Block Devils vogliono fortemente questa vittoria. Plotnytskyi regala tre match point, entra Leon al servizio e chiude sul 15-11.  

I commenti dei protagonisti

Sebastian Solè commenta così la prestazione della sua squadra: "È stata una semifinale difficilissima e penso che l’abbiamo vinta perché ci aspettavamo proprio questo. Contro Milano è sempre così nell’ultimo anno. Magari si poteva chiudere nel quarto set, ma loro sono una grande squadra che ci mette sempre in difficoltà ed è stata importante la reazione e l’aggressività che abbiamo messo in campo nel tie break. La finale di domani? Mi aspetto una partita uguale a questa, se Monza è in finale è perche ha meritato e perché gioca bene, con buoni battitori ed un sideout che viaggia con Cachopa. Sarà un’altra battaglia, dovremo avere l’atteggiamento giusto". 

Il tabellino

SIR SUSA VIM PERUGIA - ALLIANZ MILANO 3-2
Parziali: 20-25, 25-23, 25-15, 23-25, 15-11
SIR SUSA VIM PERUGIA: Giannelli, Ben Tara 21, Flavio 1, Russo 10, Plotnytskyi 19, Semeniuk 18, Colaci (libero), Leon 1, Solè 9, Herrera, Held. N.e.: Ropret, Candellaro, Toscani (libero). All. Lorenzetti, vice all. Giaccardi. 
ALLIANZ MILANO: Porro 4, Reggers 15, Piano 4, Loser 6, Kaziyski 10, Ishikawa 17, Catania (libero), Dirlic 6, Zonta, Vitelli, Mergarejo 8. N.e.: Innocenzi, Colombo. All. Piazza, vice all. Daldello.
Arbitri: Dominga Lot – Giuseppe Curto 
LE CIFRE – PERUGIA: 21 b.s., 6 ace, 36% ric. pos., 18% ric. prf., 55% att., 14 muri. MILANO: 22 b.s., 6 ace, 39% ric. pos., 16% ric. prf., 44% att., 7 muri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia, stavolta la battaglia con Milano è vincente e la Sir va in finale

PerugiaToday è in caricamento