menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sassi e fumogeni contro il pullman del Grifo, Santopadre: "I tifosi hanno superato il limite"

La dura contestazione dei tifosi al ritorno dalla trasferta di La Spezia non è andata già al patron perugino: scatta il silenzio stampa

Dopo i fatti accaduti sabato sera la società perugina, attraverso un comunicato stampa, ha sottolineato il proprio dissenso prendendo le distanze. "Come Presidente e come uomo mi sento umiliato e ferito da tali atti e in questo momento mi sento di essere sempre più vicino a squadra e staff tecnico" ha detto Santopadre  che ha anche annunciato un silenzio stampa. 

Questo il comunicato integrale: "A fronte di quanto accaduto nella serata di ieri al rientro da La Spezia con riferimento all’atto di aggressione subìto dalla squadra attraverso il lancio di sassi e fumogeni all’interno del pullman, la Società AC Perugia Calcio intende dissociarsi in maniera chiara esprimendo piena solidarietà ai giocatori e ai componenti dello staff. Nessun risultato negativo può giustificare comportamenti di tale violenza contro dei professionisti che cercano di fare al meglio il loro lavoro pur commettendo degli errori in un periodo di difficoltà sportiva. Siamo sempre pronti ad accettare critiche e dure contestazioni ma queste non possono mai oltrepassare il limite come accaduto ieri sera. Come Presidente e come uomo mi sento umiliato e ferito da tali atti e in questo momento mi sento di essere sempre più vicino a squadra e staff tecnico. La Perugia calcistica sicuramente ieri ha perso una partita ma la Perugia che conosco non può commettere tali atti e distruggere tutto quello che di buono è stato fatto fino ad oggi tutti insieme. A protesta di quanto accaduto lanceremo un “urlo” di dissenso con un silenzio stampa fino a nuove disposizioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento