menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, non c'è tregua: Grifo al lavoro per azzannare la Salernitana

Il tour de force si appresta alla conclusione. Il Grifo sta per chiudere la lunga settimana post derby e lo farà andando a sfidare la Salernitana

Il tour de force si appresta alla conclusione. Il Grifo sta per chiudere la lunga settimana post derby e lo farà andando a sfidare la Salernitana, squadra di proprietà di Claudio Lotito. Il match è particolarmente sentito dalla tifoseria perugina che da anni ha un conto aperto con i supporter campani, ma ciò che importa maggiormente in questo momento è tentare di dare continuità ai risultati per allontanarsi dalle zone “melmose” della classifica e riavvicinarsi alle contendenti ai playoff.

La preparazione al match – Il gruppo guidato da Pierpaolo Bisoli è tornato al lavoro dopo lo 0-0 interno con il Cagliari: la giornata di ieri è stata riservata al lavoro defaticante per consentire ai Grifoni di smaltire le scorie accumulate negli ultimi due incontri. In mattinata la squadra è partita alla volta di Roma, dove si allenerà sia oggi sia domani, prima del definitivo trasferimento in Campania. Non saranno sicuramente del match né Rizzo né Salifu, il cui rientro è previsto per la prossima settimana: l'assenza dei due mediani potrebbe far salire le quotazioni di Rodrigo Taddei, rivistosi in campo martedì scorso dopo il lungo stop per problemi fisici. Il brasiliano non ha brillato, la condizione atletica non può essere ovviamente delle migliori, ma la sua esperienza potrebbe comunque tornare utile in un campo difficile come quello di Salerno. Ed in ogni caso a centrocampo mister Bisoli potrà contare su Zebli.

La rivelazione – Già perché in questi giorni i titoli sono tutti per lui, Pierre Desirè Zebli: l'ivoriano, non ancora 18enne, ha già dimostrato tutto il proprio potenziale nella partita con il Cagliari. Sempre puntuale negli interventi, preciso con i piedi, deciso quando si è trattato di lottare in mezzo al campo. Un piccolo patrimonio strappato all'Inter e valorizzato in questi mesi dall'allenatore biancorosso, che già a settembre diceva di vedere in lui “un'intelligenza calcistica importante”. Ora sarà compito dell'intera società proteggere il ragazzo dai tanti complimenti che sta ricevendo in questo periodo e consentirgli di avanzare nel processo di crescita.

Il ricordo di Curi – Domani sarà come sempre una giornata particolare per il Perugia. Il 30 ottobre ricorre infatti l'anniversario della scomparsa di Renato Curi, giocatore che è diventato un po' il simbolo di ciò che significa essere un Grifone. Anche quest'anno la città lo ricorderà con una messa prevista per il 3 novembre. Ecco il comunicato della società: “Venerdì 30 ottobre ricorre il 38esimo anniversario della scomparsa di Renato Curi. La società AC Perugia Calcio comunica che, come da tradizione, la Santa Messa in suo onore verrà celebrata martedì 3 novembre 2015 alle ore 17.30 presso il piazzale antistante lo spogliatoio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento