menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio femminile, il Grifo capolista cede in casa: goleada subita, giornata storta

Sconfitta che pesa con la perdita della testa a scapito della nuova coppia Jesina, vittoriosa contro Pordenone, e Pro San Bonifacio che si sbarazza del Padova

GRIFO PERUGIA – MARCON: 0-4 (0-2)
GRIFO PERUGIA: Monsignori, Ricci, Monetini (11’ st Ceccarelli L.), Fiorucci C., Rosmini, Bordellini, Natalizi, Narcisi, Fiorucci G., Ceccarelli M., Marinelli (26’ st Pellegrino). A disp.: Ferretti, Bianchi, Mariotti, Bylykbashi, Spapperi. All.: Belia
MARCON: Ghion, Baesso, Cerina (43’ st Battiva), Sabbadin, Malvestio, Biban, Zuanti, Stefanello, Vannin, Ranzolin, Battaiotto (37’ st Roncato). A disp.: Comacchio, Ferrazzo, Bertoldo, Bortolato, Tagliapietra. All.: Minio
ARBITRO: Frascaro (FI), Meniconi e Lombardi di Foligno
MARCATORI: 40’ pt Stefanello (Ma), 43’ pt Stefanello (Ma), 7’ st Zuanti, 21’ st Vannin,
AMMONITI:  30’ st Bordellini (GP), 41’ st Bordellini (GP)
ANGOLI: Grifo 4 –  Marcon 2 (1-1)
Recupero: pt 1’, st  2’
Spettatori: 50 circa

 
Capitombolo interno della Grifo Perugia che sul verde di San Sisto si fa infilare dalla Marcon, squadra che occupava la terzultima posizione di classifica. Sconfitta che pesa con la perdita della testa a scapito della nuova coppia Jesina, vittoriosa  contro Pordenone, e Pro San Bonifacio che si sbarazza del Padova. La sconfitta evidenzia un generale calo di forma della Grifo che non riesce mai a giocare palla a terra ed impensierire minimamente la difesa ospite. Pressing e raddoppio di marcatura sin dalle prime battute di gioco da parte della Marcon che si rende subito pericolosa al 3’ con Battaiotto che manca l’aggancio in piena area su invito filtrante dalla destra di Zuanti. 

Marinelli risponde con una conclusione a lato di poco. Continua la pressione veneta, al 9’ è Vannin a vedere il suo tiro deviato da Monetini e quindi facile preda di Monsignori. Al 20’ tiro di poco sopra la traversa ancora della Vannin, la Grifo non riesce ad imbastire azioni degne di nota e continua a subire, come al  39’ quando la Marcon spreca malamente un contropiede in netta superiorità numerica. 

Subito dopo il gol di  Stefanello con un tiro che si infila nell’angolo alla sinistra del portiere. Non inaspettato arriva il raddoppio sempre di  Stefanello con un bel pallonetto. Grifo Perugia in bambola che riesce comunque a trovare una mischia in area e Fiorucci Giulia conclude a lato al 45’. Nella ripresa la Marcon si limita a controllare la gara e solo  Marinelli al 1’ impensierisce il portiere avversario con un tiro dal limite dell’area di rigore, dopo essersi liberata di un paio di difensori,  che termina poco sopra la traversa. 

Poi le altre due reti al 7’ su punizione dal limite di Zuanti dal vertice sinistro e pallone nell’angolo opposto, poi un erroraccio di Rosmini al 21’ con un passaggio all’ indietro al portiere intercettato da Vannin, che infila la incolpevole Monsignori. Nel finale espulsione di Bordellini per doppio giallo.
La Grifo Perugia non è la squadra brillante di inizio campionato, già da qualche gara la formazione biancorossa non sembra più in grado di proporre un gioco ed evidenzia, cosa più importante, una condizione fisica non eccezionale. La Marcon infligge un bagno di umiltà alle più quotate avversarie.
 
INTERVISTE: Valentina Roscini, Presidente Grifo Perugia: “Oggi sembrava che le prime in classifica fossero le nostre avversarie e non noi. Questo insegna che tutte le gare vanno affrontate al massimo della concentrazione se non al 101%”. Valentina Belia, tecnico Grifo Perugia: “Giornata no in tutti i sensi, si è incanalata sin da subito male e non siamo riuscite a rimediare”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento