menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ascoli-Perugia, rientra l’allarme in difesa per il Grifo: le probabili formazioni

Mangia è arrivato solo da dieci giorni nel Piceno ma la sua panchina è già a rischio. Il 3-0 subito a Vicenza è stato uno schiaffo tremendo, che ha allungato a cinque la striscia di sconfitte di fila

Tredicesima giornata di serie B per il Perugia che alle 15 sarà in scena ad Ascoli per affrontare i bianconeri guidati da Mangia, alla ricerca del riscatto dopo la batosta di una settimana fa con il Vicenza. Sarà un match delicato, caratterizzato dalle tante assenze sia per i padroni di casa sia per i biancorossi perugini. 

All’attacco – Il Grifo ha la miglior difesa d’Europa ma il trend positivo iniziato quattro giornate fa è frutto di un maggior sbilanciamento offensivo da parte della squadra rispetto all’inizio della stagione. Trovare l’equilibrio non è semplice, ma in questo momento l’unica cosa che conta è portare a casa punti pesanti per riavvicinare le posizioni di testa. Ecco che Bisoli, orfano di Alhassan, Parigini, Pettinelli e Filipe (fermi per infortunio) e di Zima e Jakovlevs (impegnati con le nazionali), potrebbe proseguire con il 4-2-3-1 a trazione anteriore che ha permesso ai biancorossi di avere la meglio sul Lanciano sette giorni fa. 

In difesa è rientrato l’allarme assenze: Del Prete, Comotto e Belmonte saranno della sfida insieme a Volta. A centrocampo non dovrebbero esserci grandi novità rispetto all’ultima partita disputata: Zebli e Della Rocca in mediana, Fabinho e Lanzafame sulle fasce e Taddei in posizione da trequartista dietro ad Ardemagni. Il brasiliano è in ballottaggio con Spinazzola: se dovesse giocare quest’ultimo, ci sarebbe uno scambio di posizione con Lanzafame, che passerebbe al centro. Bisoli ci ha però abituato alle sorprese e non è da escludere che il tecnico emiliano abbia in serbo una modifica tattica, spostando Taddei  sulla linea mediana e trasformando il modulo in un 4-3-3.

Tre punti cercasi – Mangia è arrivato solo da dieci giorni nel Piceno ma la sua panchina è già a rischio. Il 3-0 subito a Vicenza è stato uno schiaffo tremendo, che ha allungato a cinque la striscia di sconfitte di fila. I tifosi del Picchio hanno perso la pazienza e si sono sfogati contestando aspramente la società e la squadra. Ci sarà dunque un clima caldissimo al ‘Del Duca’, tenendo anche presente che le due tifoserie non provano sentimenti di affetto reciproco. L’ex allenatore del Bari dovrà fare a meno di Giorgi, Altobelli, Carpani, Pecorini e Jankto, e ha deciso di cambiare modulo, passando al 4-4-1-
1: davanti a Lanni troveremo Almici, Milanovic, Canini e Antonini, aiutati a centrocampo dalla coppia Addae-Grassi. 

La spinta sulle fasce sarà garantita dal talento scuola Roma Marco Frediani e da Valerio Nava, ragazzo di 21 anni in prestito dall’Atalanta. In avanti Perez verrà assistito da Bellomo.

PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (4-4-1-1): Lanni; Almici, Milanovic, Canini, Antonini; Frediani, Addae, Grassi, Nava; Bellomo; Perez. All.: Devis Mangia.

PERUGIA (4-2-3-1): Rosati; Del Prete, Belmonte, Volta, Comotto; Zebli, Della Rocca; Fabinho, Taddei (Spinazzola), Lanzafame; Ardemagni. All.: Pierpaolo Bisoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento