menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia isolata, Giubilei contro Comune, Regione e Ferrovie: "Umiliati sui collegamenti e sul binario..."

Giubilei non risparma neanche i vertici di Ferrovie definiti ironicamente "dei geni"

Torna d'attualità (politica) il famigerato posizionamento alla stazione Termini dei treni in direzione Perugia. Spesso programmati nella lontanissima area dove sono stati realizzati i binali 1 e 2 Est. Una esperienza che il capogruppo dei civici, Giuliano Giubilei, ha vissuto in prima persona e descritto in un suo lungo post su Fb dove ha sparato a zero su Regione e Comune di Perugia e anche su Ferrovie dello Stato. "Tutti i treni in partenza da Termini che vanno a Perugia partono dal famigerato Binario 2 est, che si trova ad oltre mezzo chilometro dalla stazione. Da fare a piedi. Mentre aspetto la partenza, vedo salire sul treno signore anziane senza fiato, guardo arrancare sul marciapiede turisti sfiancati e carichi di valigie che vanno ad Assisi (ma la città di San Francesco che vive di turismo o Spoleto, che cerca di tenere in vita il suo festival nonostante la pandemia, anche loro non hanno niente da dire?)".  

Giubilei parla di una umiliante condizioni riservata a Perugia rispetto alla vicina Ancona nonostante, a suo parere, i turisti con i treni giusti sceglierebbero più l'Umbria che l'asse anconetano.

"Forse sarà un pensiero campanilista, ma ogni volta mi chiedo perché Ancona debba essere servita ogni giorno da diversi Intercity e anche dal Frecciabianca e Perugia debba continuare invece ad essere tenuta in un isolamento antistorico e umiliante. E sono sicuro che ci sia più gente (o ci sarebbe se trovasse dei treni decenti) che va a Perugia, Assisi, Spoleto, Spello che non ad Ancona o a Fabriano. Infatti il treno che ho visto partire per Ancona era vuoto". Giubilei non risparma neanche i vertici di Ferrovie definiti ironicamente "dei geni": "Parte un Intercity che va ad Ancona. Ferma anche a Foligno, ma non conviene prenderlo perché poi non c’è una coincidenza pensata per chi va a Perugia. (Dei geni, anche alle Ferrovie dello Stato)".

Per l'ex candidato a sindaco del centrosinistra perugino è giunto il momento delle maniere forti per evitare isolamento e il binario periferico alla Termini: "Possibile che la Regione e i Comuni interessati non sappiamo far sentire la loro voce con le Ferrovie? Pensando anche a iniziative forti? È possibile tenere ancora una regione come la nostra nell’isolamento più completo? E non basta certo un Frecciarossa per Milano per dire che non siamo indietro di un secolo".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento