Spending review, Guasticchi: "Non è possibile eliminare province a colpi di decreti"

Il presidente dell'Upi Umbria, Guasticchi, risponde alle interviste rilasciate in questi gionri dal ministro della funzione pubblica sulla cancellazione delle province

"Non è possibile eliminare Istituzioni elettive a colpi di decreti. L’assedio alle Province, con relativo annuncio da parte del ministro Filippo Patroni Griffi di scioglimento dei consigli provinciali, non tiene conto della democrazia e della Costituzione”. Il presidente dell'Upi Umbria, Marco Vinicio Guasticchi, risponde così alle interviste rilasciate in questi giorni dal ministro della funzione pubblica sulla cancellazione delle province.

Taglio delle province inferiori a 7 mld- “La cancellazione delle Province – evidenzia Guasticchi in una nota provinciale - appare viziata da presunta incostituzionalità perché va ad eliminare un ente elettivo e quindi siamo fiduciosi che la Corte Costituzionale la boccerà. Del resto i risparmi derivanti dalla soppressione delle Province sono molto inferiori ai 7 miliardi di euro che deriverebbero dal taglio degli enti di secondo livello e la stessa soppressione delle Province creerebbe grossi problemi nella gestione delle funzioni attualmente esercitate. Non vorremmo che questo taglio nascondesse la volontà di eliminare, con un colpo di spugna, un’intera classe di amministratori e politici”.

“Mi auguro vivamente – aggiunge Guasticchi – che a questi annunci roboanti segua un coinvolgimento fattivo di Upi, Anci e Conferenza delle Regioni per avviare, in maniera condivisa, un processo di riordino democratico che tenga conto, prima di tutto, della salvaguardia dei fondamentali principi costituzionali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il percorso – conclude il presidente della Provincia di Perugia – da tempo avviato dall’Upi nazionale e dal suo presidente Giuseppe Castiglione (il quale non ha mai anteposto carriere e interessi personali agli interessi della collettività) è fortemente volto a favorire un processo di riorganizzazione istituzionale sul territorio a partire dalle Province stesse ed è finalizzato, non ad un demagogico e populista azzeramento di importanti presidi democratici, ma a loro nuove e più importanti funzioni e presenza sul territorio attraverso un fattivo rapporto con gli altri Enti Locali, sempre per il bene dei cittadini”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento