menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Maria Rossa, alunni delle elementari fanno ginnastica nei corridoi scivolosi

La denuncia arriva dalle mamme che da tempo chiedono di avere una palestra idonea e non solo quando è possibile e il tempo lo permette i locali del Cva. Il caso portato in consiglio comunale da Carlo Castori

Costretti a fare ginnastica lungo i corridoi o nel migliore dei casi - ma solo nei periodi più caldi - nella palestra del Cva che solo recentemente è stata considerata idonea con tanto di abilitazione. La denuncia arriva direttamente dai genitori della scuola elementare Santa Maria Rossa che hanno anche contatto il consigliere comunale di Forza Italia Carlo Castori per sollecitare quanto prima l'intervento dell'assessore Monia Ferranti per risolvere una volta per tutte la questione. L'ora di ginnastica dunque lungo gli stretti corridoi e, secondo i genitori, con un pavimento particolarmente scivoloso che è poco idoneo per saltare e correre.

Questo accade soprattutto di inverno o nelle giornate di maltempo dato che a disposizione, da poco, ci sarebbe la vicina palestra del CVA  ma che si raggiunge con difficoltà nei mesi invernali o sotto l'acqua. La palestra è stata concessa solo dietro insistenza del dirigente scolastico dopo aver ottenuto l’agibilità dei locali. "Ma è tutta la struttura - ha spiegato - a risultare insufficiente: aule troppo piccole, mancanza di classi dedicate ad attività artistiche o tecniche, assenza di una mensa e mancanza di una stanza per gli insegnanti. Gli stessi spazi esterni risultano essere impraticabili e, a detta di alcuni genitori, poco sicuri per i ragazzi. Sono costretto a denunciare la scarsa attenzione dell’Amministrazione per la scuola di Santa Maria Rossa".

Da anni ormai – prosegue Castori - in molti considerano necessaria la nascita di un polo scolastico unico nella zona di San Martino in Campo che possa servire tutta l’utenza scolastica di una periferia sempre più densamente abitata. "Ma questo non deve prescindere dalla opportunità di migliorare quanto più possibile le strutture attuali, rendendole sicure e fruibili a tutti”: ha concluso Castori in attesa della risposta e dell'impegno dell'assessore Ferranti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento