menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

UMBRIA 2014 Presidente Marini: "Le priorità sono: lavoro, lavoro, lavoro"

La Presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini ha fatto un bilancio sull'anno 2013 e sul futuro 2014 che vedrà la Regione ancora in prima linea contro la crisi. Tasse, ammortizzatori e coesione sociale: ecco i temi trattati

Il primo pensiero è il lavoro. La Presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini, nel giorno della conferenza di fine anno, lo ha ribadito più volte. E più volte ha voluto spiegare che la Regione Umbria sta facendo tutto quello che può per rilanciare l'economia e allo stesso tempo garantire chi ha perso il lavoro. Ammortizzatori sociali sì, ma anche incentivi alle imprese per produrre lavoro reale.  "La regione - ha spiegato ai giornalisti - sta lavorando per gli ammortizzatori sociali di 15 mila lavoratori, per la formazione professionale di quelli in cassa integrazione e per avviare i giovani alle varie professioni. Poi l'ente sta seguendo le crisi di 200 aziende. In campo c'è un forte impegno per fare uscire l'Umbria dalla crisi drammatica del Paese, e lo sta facendo cercando di continuare a garantire i livelli di coesione sociale che fanno parte della nostra storia". La

Presidente Marini con orgoglio spiega che l'Umbria è una delle poche regioni non finite nel tritacarne degli scandali sui costi della politica: "Il contributo della Regione alla riduzione della spesa pubblica è vero e concreto. Evidenzio che in Umbria non si sono registrati casi in cui esponenti istituzionali si sono protagonisti di episodi contrari ai comportamenti legali". Considera una vittoria la Marini la rimodulazione dell'Irpef che è stata abbassatta per chi ha meno di 30mila euro di reddito, ma è stata alzata (e in maniera non certo solo sensibile) per i redditi considerati maggiori. Una scelta che per molti comunque penalizzerà i consumi e gli investimenti in Umbria: "La fiscalità regionale è sotto controllo perchè i conti della sanità sono sotto controllo. La rimodulazione dell'Irpef dipende da scelte politiche che fanno riferimento alla situazione delle fasce sociali e di reddito dell'Umbria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento