Ponte Valleceppi, la piazza della discordia: "Che fine ha fatto il parcheggio?"

Il circolo del Pd: "L'amministrazione deve confrontarsi con i cittadini"

La piazza della discordia. Il circolo del PD di Ponte Valleceppi, spiega una nota, "si associa al malessere e alla protesta dei molti cittadini e operatori economici residenti in gran parte nel centro storico della frazione di Perugia per il ventilato rifacimento dello spazio antistante la chiesa del piccolo borgo".
Il progetto "prevederebbe, tra le altre cose, la perdita di numerosi posti macchina essenziali nel rione che anzi, come altre zone del nostro borgo, necessiterebbe del reperimento di altri parcheggi, specie per le occasioni come matrimoni e funerali. Si era detto che i posti macchina che si venivano a sottrarre alla piazza sarebbero stati compensati dal recupero a parcheggio di uno spazio oltre il ponte da realizzarsi con la “stamponatura” di uno degli “arconi” del ponte sul Tevere. Quello che emerge ad oggi è però che l’unica cosa certa e finanziata,tra l'altro da privati, è la realizzazione della piazza con conseguente taglio consistente dei posti macchina, mentre la realizzazione del parcheggio supplementare è rimandata a chissà quando".

E non è finita qui. Il problema, dicono dal circolo del Pd, "è che del progetto non si è fatta partecipe la popolazione residente, nonostante le altisonanti promesse dell’amministrazione comunale che si era impegnata a consultare i residenti sull’opera in una pubblica assemblea inizialmente convocata per i primi di gennaio e poi rinviata sine die. Riteniamo che tale opera  se produrrà, come appare evidente, il taglio di numerosi posti macchina avrà non già l’effetto di rendere gradevole una parte del paese ma, anzi, peggiorerà di gran lunga la qualità della vita quotidiana di famiglie e clienti delle attività vicine, costretti a feroci battaglie per contendersi i pochissimi posti macchina a disposizione di un quartiere popoloso e operoso dove in pochi anni sono state investite non poche risorse da parte dei privati per ristrutturare immobili residenziali e aprire o rinnovare attività commerciali, artigianali e ricettive".

Il Pd di Ponte Valleceppi, oltre ad attaccare il Comune "chiede con forza che venga convocata al più presto in luogo pubblico un’assemblea da parte dell’amministrazione comunale in cui si possa discutere e condividere al meglio le scelte da fare per il futuro della comunità, diffidando fin da ora dall’iniziare i lavori nella piazza senza la contemporanea realizzazione del parcheggio alternativo con illuminazione e telecamere di sorveglianza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento