menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La proposta di legge di Leonelli (Pd): "Costruiremo il futuro dell'Umbria sulla bellezza"

Il consigliere regionale del Partito Democratico vara il suo piano per rilanciare la regione: "Qualità, bellezza e promozione dell'Umbria"

Un po' come Dostoevskij. Solo che sarà l'Umbria a essere salvata. Il piano del consigliere regionale del Pd Giacomo Leonelli parte da una proposta di legge: “È pronta l’ossatura portante di una legge su Bellezza e Qualità come modello di sviluppo per l’Umbria”. Il consigliere democratico sta lavorando insieme agli uffici legislativi di Palazzo Cesaroni “in vista dell’avvio di un percorso partecipativo che coinvolgerà non solo i consiglieri regionali, ma anche le associazioni di categoria e, soprattutto, i cittadini”.

"L’Umbria - spiega Leonelli - è piena di luoghi bellissimi. Siamo circondati dalla bellezza. Ma non basta essere orgogliosi del nostro territorio, è arrivato il momento di fare un salto in avanti affinché il Cuore Verde d’Italia torni a pulsare. Dopo un percorso partecipativo sul territorio, portato avanti insieme al Partito Democratico, ho raccolto spunti, suggerimenti ed esperienze dirette, per elaborare una proposta di legge che mira a valorizzare la bellezza e la qualità del territorio umbro".

E ancora: "Tra i vari interventi, un progetto per la riconversione delle aree industriali dismesse, programmi di rigenerazione urbana, sostegni e incentivi al ripopolamento abitativo dei borghi storici, la creazione di parchi tematici basati sulle tradizioni regionali, percorsi ecosostenibili e un marchio di qualità per esportare i prodotti umbri in tutto il mondo. Si tratta di proposte concrete incentrate su bellezza, qualità e paesaggio per fare dell’Umbria un laboratorio di promozione attiva unico nel panorama nazionale”.

“Un elemento cui tengo particolarmente - assicura Leonelli - riguarda la fase del confronto che attiverò nei prossimi mesi. La Legge sulla bellezza non sarà discussa solo nei palazzi della politica. Voglio partecipare questo tema con i cittadini, le associazioni di categoria e tutte le realtà che operano direttamente nel territorio regionale. Perché – conclude - il tema della bellezza non è una suggestione, non è solo un’idea: è un’azione concreta su cui costruire il futuro dell’Umbria”.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento