rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Politica

Elezioni - Il Viminale sbaglia, la Cassazione può correggere: "Squarta non è fuori gioco, spera Leonelli e il destino incerto di Pavanelli"

Secondo Michele Guaitini, Radicali di Perugia, troppi errori e ancora tante combinazioni per poter assegnare i seggi in Parlamento

“Se pensavate che la questione dell'attribuzione dei seggi fosse finita con il Viminale che aveva corretto il suo e(o)rrore, vi sbagliate di grosso”. Michele Guaitini, esponente dei Radicali di Perugia ed esperto di legge elettorale e di assegnazione dei seggi, dopo aver già individuato degli errori nella prima assegnazione, torna sul tema e affonda: “In Umbria ancora speranze per Squarta, Leonelli e (poche) per la Alessandrini. Non possono dormire sonni tranquilli la Polidori e la Pavanelli. Apparentemente nessuna chance per Spinelli per il quale dovrebbero combinarsi più combinazioni tra quelle illustrate”.

Un post che mette in subbuglio la politica locale.

Guaitini affronta il tema anche degli umbri candidati fuori regione: “Rischia Marchetti della Lega (nelle Marche) e può sperare Elisabetta Piccolotti di AVS (in Puglia)”.

Adesso la palla passa all'ufficio elettorale centrale presso la Cassazione che procederà con l'assegnazione ufficiale.

“Ripeto ancora un concetto importante: i dati di eligendo sono frutti dei numeri dettati al telefono dai presidenti di seggio durante la notte dello spoglio al proprio comune dove qualcuno li metteva dentro il sistema. Una modalità che si presta a possibili errori, rovescini, inversioni di voti, errori nella trascrizione, ecc” avverte Guaitini, mentre “la Cassazione invece lavora (tramite i dati inviati dalle Corti di Appello regionali) sui verbali cartacei redatti ai seggi che dovrebbero prestarsi a minori possibilità di errore”.

Al termine del lavoro della Cassazione “verosimilmente la sorpresa potrebbe scattare in 8 situazioni, alcune molto difficili da verificarsi, altre tutt'altro che impossibili. E quasi tutte provocano effetti sull'Umbria – dice Guaitini e spiega -

Il “flipper” in Toscana potrebbe portare al sorpasso di Azione sul centrosinistra, il M5S dovrebbe restituire 3 seggi e lo fa sempre nelle 3 circoscrizioni lombarde, ma stavolta in Lombardia 1 non lo restituisce al centrodestra, ma al centrosinistra. “Questo fatto comporta che FDI non deve più restituire il proprio seggio in Umbria a FI per cui Squarta di FDI entrerebbe in Parlamento e non più la Polidori” dice Guaitini e nelle Marche entrerebbe la campionessa Valentina Vezzali per FI ai danni di Riccardo Marchetti della Lega, umbro di Umbertide.

Nel Lazio entrerebbe Valentina Grippo (già eletta in Veneto dove lascerebbe il posto a Marco Garbin) e uscirebbe Marianna Madia che però prenderebbe a quel punto il posto in Lazio 1 ai danni di Andrea Casu del PD. “A questo punto riparte il triplo flipper già visto come nel caso n. 1 della Toscana qui sopra con Squarta dentro e Polidori e Marchetti fuori” prosegue Guaitini.

In Calabria il seggio conteso tra Lega e Forza Italia “comporta un effetto anche in Umbria dove il seggio perso da FDI non va più alla Polidori di FI ma a Valeria Alessandrini della Lega” dice Guaitini.

Grandi sorprese arriverebbero dalla Sicilia per l’assegnazione dell'ultimo seggio: “se lo prende il centrodestra perde il seggio Faraone del TP e lo ottiene per la Lega Annalisa Tardino (che essendo europarlamentare lascerà il suo posto di Bruxelles al primo non eletto del sud alle europee 2019) – scrive Guaitini - Il terzo polo recupererebbe il proprio seggio in Umbria con Giacomo Leonelli e lo perderebbe Emma Pavanelli del M5S”.

Stesso risultato per il seggio conteso in Lombardia, dove Squarta potrebbe rientrare sulla Polidori.

Il terzo polo recupererebbe il proprio seggio in Umbria con Giacomo Leonelli e lo perderebbe Emma Pavanelli del M5S grazie all’Abruzzo.

“Ultima notazione per la candidata umbra Elisabetta Piccolotti che si sta giocando l'elezione in Puglia sul filo della singola scheda – conclude Guaitini - Al momento la Piccolotti è fuori per 15 miseri voti per cui il riconteggio può ribaltare tranquillamente la situazione”.

Spinelli del PD in Umbria? Si dovrebbero verificare troppe combinazioni per poter sperare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni - Il Viminale sbaglia, la Cassazione può correggere: "Squarta non è fuori gioco, spera Leonelli e il destino incerto di Pavanelli"

PerugiaToday è in caricamento