rotate-mobile
Politica Città di Castello

Depotenziamento Ospedale di Citta di Castello: interrogazione del Consigliere, Roberto Brunelli (Pd)

''Valutare se impugnare la delibera della chiusura della farmacia e dell'economato nelle sedi opportune''

Depotenziamento ospedale di Citta’ di Castello: interrogazione del consigliere, Roberto Brunelli (Pd) sul ruolo della farmacia.

“Il polo ospedaliero di Città di Castello garantisce i servizi sanitari di diagnosi, di terapia ed assistenza per un bacino comprensoriale di quasi 100 mila abitanti'' ha detto il consigliere , evidenziando come ''la delibera del Direttore generale numero 540 del 4 maggio nella quale si prevede che a partire già dal 4 luglio saranno soppressi i magazzini economale e farmaceutici, centralizzando i detti servizi a San Sisto sotto la gestione dalla cooperativa vincitrice di gara Servizi associati'' ciò comporta per la struttura ospedaliera tifernate che ''l’ospedale di Città di Castello, pur mantenendo lo “status” come ospedale di emergenza della Asl, perde il servizio farmaceutico stravolgendo l’attuale farmacia dell’ospedale in un piccolo punto di distribuzione di farmaci''.

Rilevato che nella stessa delibera si va a sopprimere il magazzino economale dell’intera struttura ospedaliera;  Rilevato che le consegne tra il magazzino di San Sisto e la struttura di Città di Castello avranno cadenza quindicinale; Tenuto conto della velocita e della tempestività che il SSN dovrebbe avere nel rispondere ai cittadini circa la salute; Preso atto dell’audizione dell’assessore regionale alla sanità umbra Luca Coletto del 26 gennaio 2022 al consiglio comunale monotematico circa la valorizzazione ed il mantenimento dei servizi dell’ospedale di Città di Castello”.

“Tutto quanto visto, considerato e rilevato si interroga la giunta ed il sindaco -  si legge nel dispositivo - circa il grosso disservizio che potrebbe verificarsi a seguito della chiusura della farmacia dell’ospedale e sul degradamento del servizio prestato da sanitari e medici per la mancanza di un magazzino economale che possa in modo rapido e tempestivo sopperire a mancanze, carenze e normale consumo di materiale, allungando i tempi di diagnosi e cura dei malati''

Brunelli aggiunge se non sia necessario ''valutare se questa amministrazione ritiene necessario impugnare tale delibera nelle sedi opportune ed entro i propri limiti statutari in quanto in palese contrasto con l’audizione dell’assessore regionale alla sanità e del già direttore regionale Asl''.


 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depotenziamento Ospedale di Citta di Castello: interrogazione del Consigliere, Roberto Brunelli (Pd)

PerugiaToday è in caricamento