Caso Rocchetta, ritorna la guerra dell'acqua: querele per tutti dai politici ai social-tifosi

Attacchi e risposte. Querele come se non ci fosse un domani. Politici, comitati, ma anche per chi condivide sui social "notizie false o ingiuriose". Ecco che accade

Fonte della Rocchetta

"Ho dato mandato ai miei legali di mettere in campo tutte le azioni a tutela dell’onorabilità della mia persona e dell’istituzione che rappresento nei confronti di chi ha palesemente violato le norme": il sindaco Massimiliano Presciutti ha allertato i propri avvocati per delle querele per diffamazione verso alcuni comitati ed esponenti politici. Il clima sul progetto Rocchetta - e la concessione per i nuovi attingimenti - si fa incadescente in campo.

Anche dopo l'entrata in campo di quella macchina da guerra che il Comitato di difesa del Rio Fergia. "Non permetterò che a Gualdo Tadino ritorni un clima di caccia alle streghe, che combatterò con ogni mezzo democratico e legalmente consentito”: ha ribadito il sindaco che nella sua nota sembra proprio puntare il dito contro la nota stampa del Comitato "Leggere termini come “malafede” piuttosto che “artefizi” o “raggiri” offendono non solo la figura del Sindaco e di conseguenza della città, ma tendono a mistificare e a dare un’immagine della mia persona che non posso in alcun caso accettare e tollerare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Termini che in parte si trovano in un passaggio del Comitato sul caso Rocchetta: "I nuovi artefizi e raggiri in corso - scrivono gli uomini e le donne del Rio Fergia - non porteranno da nessuna parte ed incitiamo per questo i nostri amici componenti della Comunanza e gli Utenti tutti, a ricorrere in ogni opportuna sede e luogo. Qualora sarà richiesto, il nostro contributo non mancherà, forti della esperienza vissuta e, soprattutto, ..... VINTA !". Il sindaco minaccia anche querele per chi si presta alla diffamazione condividendo sui social: "Di chi, pur non essendo attore principale delle diffamazioni da me subite, ha pubblicatoe diffuso tali notizie condividendole e commentandole nei social network".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento