Economia

Coronavirus, decreto Sostegni: le novità dell’area lavoro

La 'guida' di Confcommercio Umbria dopo il provvedimento varato dal governo Draghi, che distribuisce i 32 miliardi di euro di extradeficit autorizzati dal Parlamento

INDENNITÀ LAVORATORI STAGIONALI DEL TURISMO:

Viene prevista una nuova indennità di 2400 euro ai soggetti già beneficiari del bonus 1000 euro previsto dal decreto Ristori in automatico.

Per coloro che non hanno fatto precedentemente domanda, l’istanza dovrà essere presentata all’Inps entro il 30 aprile 2021.

Ecco tutte le categorie a cui spetta:

Dipendenti stagionali turismo e stabilimenti terminali, compresi in somministrazione, che hanno perso il lavoro tra il 1.01.19 e la data di entrata in vigore del decreto, non titolari di pensione o naspi o altro reddito con 30 giornate di lavoro nello stesso periodo.

Dipendenti stagionali e lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali non titolari di pensione o naspi o altro reddito con 30 giornate di lavoro nello stesso periodo.

Intermittenti, con trenta giornate di effettivo lavoro dal 1.1.2019.

Lavoratori autonomi, con contratti di collaborazione occasionale, privi di partita IVA, iscritti solamente Gestione separata con accredito nello stesso arco temporale di almeno un contributo mensile
Incaricati alle vendite a domicilio con reddito nell’anno 2019 superiore a 5000 euro, titolari di partita iva attiva.

Lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con 30 giornate di contribuzione versate dal 1.1.2019 e con reddito non superiore ai 75mila euro oppure con 7 giornate contributive versate e reddito non superiore ai 35mila euro.

AMMORTIZZATORI SOCIALI

DIVIETO DI LICENZIAMENTO

PROROGA E RINNOVI CONTRATTI A TERMINE SENZA CAUSALE

INDENNITÀ LAVORATORI STAGIONALI DEL TURISMO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, decreto Sostegni: le novità dell’area lavoro

PerugiaToday è in caricamento