Omicidio Ramazzano, l'autopsia: Luca Rosi colpito 5 volte

Luca Rosi, l'impiegato bancario di 38 anni ucciso nel corso di una rapina a Ramazzano, è stato raggiunto da cinque colpi di pistola, uno dei quali è entrato dal fianco per poi salire fino al cuore

Cominciano a trapelare i primi risultati dell'autopsia svolta presso l'istituto di medicina legale di Perugia, sul corpo di Luca Rosi il 38enne ucciso a Ramazzano per aver difeso la propria famiglia da un tentativo di rapina.

Le analisi effettuate dai medii legali Laura Pagliacci Reattelli e Anna Maria Verdelli indicano che l'impiegato perugino è stato colpito 5 volte e uno di questi spari dal fianco è salito quasi fino al cuore. I malviventi hanno sparato sull'uomo per uccidere, probabilmente con entrambe le armi, una revolver e una calibro 7.65. Nel frattempo proseguono le indagini degli inquirenti che stanno analizzando tutti i possibili indizi per risalire alla banda di Ramazzano.

Secondo fonti ospedaliere, la salma sarà restituita alla famiglia Rosi e i funerali avranno luogo nel pomeriggio di giovedì, alla presenza dell'arcivescovo Bassetti. Sarà una cerimonia imponente e si prevede una partecipazione calorosa della comunità perugina, profondamente ferita dal grave fatto di cronaca.

Tutto questo, mentre la rabbia della compagna Mary non si placa e si sfoga con il sindaco del capoluogo umbro a margine della fiaccolata di Ramazzano.

Guarda il video. Guarda anche il video delle indagini e il racconto del padre a Sky Tg24.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

Torna su
PerugiaToday è in caricamento