Omicidio Luca Rosi, lo sfogo di Mary a Ramazzano: "Sono per la pena di morte"

Le dure parole cariche di rabbia della compagna di Luca Rosi, Mary, raccolte da Umbria24 alla fiaccolata di lunedì sera a Ramazzano per ricordare il giovane 38enne che ha perso la vita dopo un tentativo di rapina

Non si placa il dolore della compagna di Luca Rosi, Mary, dopo che il suo uomo ha perso la vita durante una rapina, per cercare di salvarle la vita. I colleghi di Umbria24, riprendono la sua rabbia, mentre la donna si confida con il sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, presente alla fiaccolata di lunedì sera a Ramazzano.

La ragazza ha confidato al sindaco, che proprio ieri ha dichiarato il lutto cittadino, tutta l'amarezza e la rabbia per quanto accaduto venerdì scorso: "Chiappatelo – ha affermato in dialetto perugino- li dovete chiappare. Io sono l’esempio sbagliato, ma dopo che me lo hanno ammazzato di fronte agli occhi, sono per la pena di morte".

E prima di concludere, riferendosi a Boccali, ha detto: "Questa città e questa famiglia le devi difendere. Questi qua me li dovete portare di fronte agli occhi. Si sono accaniti: è stato un massacro".

Guarda il video.

Parole dure come l'acciaio che sono state ripetute più volte dalla stessa donna, mentre sono tutt'ora in corso le ricerche per risalire ai responsabili del terribile omicidio.

Guarda anche il video delle indagini e il racconto del padre a Sky Tg24.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Umbria, il sondaggio: scegli e vota il tuo Presidente e il partito o lista o movimento

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • Università di Perugia, premio alla miglior tesi di laurea: ecco la vincitrice

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Cancella la striscia continua con pennello e vernice: "Ero stanco di fare il giro lungo per rientrare a casa"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento