rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità

Crisi idrica, 2,8 milioni di euro dal Governo per l'emergenza. Tesei nominata commissario

Ordinanza della Protezione civile dopo il riconoscimento delle criticità dell'Umbria

Dopo il riconoscimento dello stato di emergenza per la crisi idrica, l'Umbria si mette in moto per affrontare le criticità legate alla siccità. Con ordinanza del dipartimento di protezione civile della Presidenza del Consiglio, la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, assume, a titolo grautito, il ruolo di commissario delegato ad affrontare questa fase emergenziale. Per la quale, si legge nell'ordinanza pubblicata dall'ultima Gazzetta ufficiale, entro una settimana dovrà predisporre un piano di interventi e misure urgenti, sulla scorta delle criticità che hanno portato alla richiesta e al riconoscimento dello stato di emergenza. 

Per gli interventi la Regione Umbria avrà a disposizione fino a 2,8 milioni di euro dal Fondo per le emergenze nazionali, progetti non programmati potranno eventualmente essere avallati se motivati con l'urgenza. L'ordinanza predispone, vista l'urgenza, anche uno snellimento nel percorso burocratico per le autorizzazioni e l'approvazione dei progetti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi idrica, 2,8 milioni di euro dal Governo per l'emergenza. Tesei nominata commissario

PerugiaToday è in caricamento