rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Volley Pian di Massiano

Superlega, la Sir è già in forma playoff: Trento giù in quattro set

Block Devils che scendono in campo motivatissimi e mettono fine alla lunga striscia positiva della capolista. Domenica prossima l'ultima della regular season e dal 6 marzo scatta subito la post season

Trovare le giuste motivazioni, quando le posizioni di classifica sono già ben definite, non è mai facile. A portarle è stato l'avversario, quell'Itas Trentino che da mesi non perdeva una partita, e anche un PalaBarton da record. L'impianto di Pian Di Massiano, dopo le non molto edificanti figure fatte agli Europei e nelle prime gare di stagione, era finalmente accessibile a capienza piena e sono stati 5000 gli appassionati che in questa domenica di fine febbraio lo hanno letteralmente preso d'assalto, stabilendo il record di sempre di presenze per un match di pallavolo (4918 il dato preciso). Sulla scorta di questo incredibile entusiasmo la Sir Susa Vim Perugia ha ampiamente fatto il suo dovere, andando ad imporsi per tre set ad uno ai danni di Michieletto e compagni, dimostrando più che mai di essere sulla strada giusta in vista dei playoff che scatteranno dal 6 di marzo.

Bella è stata la prestazione dei Block Devils, che non hanno voluto regalare nulla e hanno alzato i ritmi sin dalle prime battute, non lasciando scampo, terzo set a parte, ai campioni d'Italia. Quesrto big match ha fatto passare un messaggio inequivocabile: malgrado non avesse vinto la regular season questa Sir ha ancora fame ed è fortemente intenzionata a lottare per portarsi a casa anche lo scudetto. 

Ci sarà domenica prossima un ultimo impegno da onorare, ovvero quello dell'Allianz Cluod con l'Allianz Milano, avversario sempre ostico, mentre tre giorni dopo sarà subito tempo di post season. E lì il margine di errore sarà molto ma molto ridotto. 

Le cifre

C'è soltanto equilibrio al servizio, con una leggera prevalenza bianconera (5 aces a 4), mentre ancora più netta lo è negli altri fondamentali. I Block Devils hanno fatto la voce grossa in ricezione (47 vs 40%) e ancor di più in attacco (59 a 47%). Netto il dominio a muro (11 vs 6). A strameritare la palma di migliore in campo è Wassim Ben Tara, capace di mettere giù 26 palloni di cui 4 al servizio e 3 a muro. Altissimo anche lo score di efficacia offensiva, ovvero il 70%. 

La partita

C'è Plotnytskyi dall'inizio in una formazione che parte subito forte con Ben Tara (3-0). Plontytskyi alza il muro (5-1), così come dalla parte opposta Lavia (6-4). Kalasnikov allunga ancora (14-11), Michieletto dai nove metri accorcia nuovamente (19-18). Botta e risposta Plontytskyi (21-18) Lavia (23-22), poi è Russo a regalare sue set ball a Perugia (24-22). Trento le annulla entrambe e si va ai vantaggi (24-24). Risolve il duplice punto di Plontytskyi e la Sir passa avanti (27-25). 

Galvanizzati, i Block Devils ripartono forte con il turno al servizio di Ben Tara (5-2). Del tunisino anche la frustata del 7-3. Un suo errore rimette in corsa Trento (8-7), che subiscono però un nuovo break con Semeniuk (12-8). Qualche disattenzione riduce nuovamente il gap (13-11), ma è ancora Ben Tara a muro a fare danni (19-15). L'opposto è sempre protagonista e avvicina Perugia al due a zero con il mani out del 22-17. Che diventa realtà con un errore al servizio dei dolomitici (25-20).

Che non vogliono apparire come dei pugili suonati e iniziano bene la seconda frazione con il mani out di Michieletto (5-7). Lavia azzecca il diagonale del 5-8 e Lorenzetti chiama time out; mossa utile perchè Ben Tara riuscirà a chiudere un lungo scambio riportanto sotto Perugia (7-8). Lavia va a segno in battuta e Semeniuk è impreciso, cosicchè si deve tornara ad inseguire (7-11). Il polacco lascia il posto al connazionale Leon, che va subito a bersaglio (8-11); Nelli sbaglia ed è 10-12. Ben Tara dai nove metri è micidiale (16-17), il neo entrato D'Heer a muro non perdona (16-19). I Block Devils vogliono fare di tutto per non prolungare la sfida e vanno sul 18-19 con Russo. Decidono i dettagli: Plontytskyi non trova il campo e Trento si riporta in gara (22-25). 

Perugia non ne vuol sapere e con Plontytskyi e Ben Tara scatta subito (7-3). Il muro di Kozamernik e l'ace di Sbertoli accendono una spia (8-7), la bomba di Ben Tara e l'attacco di Plontytskyi la spengono subito (12-8). Qualche preoccupazione il servizio vincente di Nelli, complice ricezione approssimativa bianconera, la mette (13-11), ma anche stavolta dura poco: Ben Tara e Plontytskyi non regalano più nulla (17-11), Berger appena entrato si impappina (20-13). Otto sono i match point, chiude sul 25-17 il servizio di Nelli che termina la sua corsa sulla rete. 

Il commento dei protagonisti

Simone Giannelli analizza così il match odierno: "Bellissimo giocare in un palazzetto così, spero sia solo un assaggio in vista dei playoff, abbiamo bisogno di un PalaBarton così infuocato. Questa partita serviva anche a noi, non avendo la Champions abbiamo bisogno di giocare partite ad alto livello. Sono contento, abbiamo ovviamente delle cose da sistemare come è giusto che sia". 

Il tabellino

SIR SUSA VIM PERUGIA - ITAS TRENTINO 3-1
Parziali: 27-25, 25-20, 22-25, 25-17
SIR SUSA VIM PERUGIA: Giannelli 2, Ben Tara 26, Flavio 7, Russo 9, Plotnytskyi 17, Semeniuk 7, Colaci (libero), Leon 8, Held. N.e.: Solè, Ropret, Herrera, Candellaro, Toscani (libero). All. Lorenzetti, vice all. Giaccardi. 
ITAS TRENTINO: Sbertoli 1, Nelli 16, Podrascanin 4, Kozamernik 5, Michieletto 12, Lavia 14, Laurenzano (libero), Magalini 3, D’Heer 1, Pace (libero), Cavuto 4, Berger. N.e.: Rychlicki, Bernardis. All. Soli, vice all. Di Pinto.
Arbitri: Giuseppe Curto - Andrea Puecher
LE CIFRE – PERUGIA: 17 b.s., 5 ace, 47% ric. pos., 21% ric. prf., 59% att., 11 muri. TRENTO: 18 b.s., 4 ace, 40% ric. pos., 12% ric. prf., 47% att., 6 muri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superlega, la Sir è già in forma playoff: Trento giù in quattro set

PerugiaToday è in caricamento