Politica

Coronavirus, Il Pd scrive alla Tesei: "Garantire il servizio di interruzione di gravidanza"

I consiglieri regionali del Pd, Bori e Meloni, hanno inviato una lettera ufficiale alla Governatrice

"Garantire il servizio di interruzione di gravidanza anche nel corso dell'emergenza coronavirus": è questo quanto chiedono i consiglieri regionale del Pd Tommaso Bori e Simona Meloni in una lettera ufficiale inviata direttamente alla Presidente Donatella Tesei e all'assessore regionale Luca Coletto. Per gli esponenti del Pd, un monitaggio nelle strutture ospedaliere umbri per verificare la prestazione in questione "è una urgenza per una regione che non può permettersi di fare passi indietro rispetto all’affermazione di diritti di civiltà conquistati anche grazie alle donne dell’Umbria".

"Si sta assistendo in tutta Italia, e quindi anche in Umbria, ad un sostanziale blocco degli accessi aggravato anche dal triplicarsi dei casi di obiezione di coscienza” hanno ribadito i due consiglieri regionali “È chiaro che in questo periodo l’uso delle sale operatorie, dei servizi di anestesia, e i ricoveri  in day hospital vadano limitati al massimo, ma, proprio per questo si possono e si devono mettere in campo azioni alternative e un’organizzazione differente,  in
modo da dare la possibilità a tutte le donne di interrompere la gravidanza in piena sicurezza e in un contesto adeguato sia per la tempistica che per la
gestione dell’impatto psicologico”.

Gli esponenti del Pd hanno fatto proprio l’appello promosso da: Vita Di Donna ONLUS, Libera Associazione Italiana Ginecologi per l'Applicazione legge 194  (LAIGA), Rete italiana contraccezione e aborto (Pro-choice RICA) e l’Associazione Medici Italiani Contraccezione e Aborto (AMICA). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Il Pd scrive alla Tesei: "Garantire il servizio di interruzione di gravidanza"

PerugiaToday è in caricamento