Politica

Umbria fatale per l'alleanza Pd-M5s? Zingaretti: "Rifletteremo sul voto", i 5Stelle: "Il patto civico non ha funzionato"

Una mazzata elettorale. La Lega a valanga, la Tesei che diventa presidente della Regione Umbria e il Patto civico che si ferma a Perugia? Forse

Una mazzata elettorale, piantata giù a tutta forza. La Lega a valanga, la Tesei che diventa presidente della Regione Umbria e il Patto civico che si ferma a Perugia? Forse. Le scosse saranno potenti e ad ampio raggio, fino a Bologna e Catanzaro. Perché a leggere la nota del Movimento 5Stelle c'è chi ha già in mano la pala per sotterrare l'alleanza, almeno alle prossime regionali in Emilia e Calabria: "Il patto civico per l’Umbria lo abbiamo sempre considerato un laboratorio, ma l’esperimento non ha funzionato". 

Umbria, elezioni regionali: la diretta dello spoglio in tempo reale, tutti i risultati

Non basta? Ancora: "Il Movimento nella sua storia non aveva mai provato una strada simile. E questa esperienza testimonia che potremo davvero rappresentare la terza via solo guardando oltre i due poli contrapposti". La terza via. O, se volete, il fu terzo polo. 

Elezioni Regionali 27 ottobre 2019: risultati in diretta riepilogo Perugia, voti candidati presidente e alle liste

Una tentazione forte, fortissima, ti chiuderla qui adesso che le urne hanno dato un risultato amarissimo, in Umbria: "Dalla formazione del primo esecutivo ci è stato subito chiaro che stare al Governo con un’altra forza politica - che sia la Lega o che sia il Pd - sacrifica il consenso del Movimento 5 Stelle. Ma noi non siamo nati per inseguire il consenso, bensì per portare a casa i risultati, come il carcere per gli evasori di questa settimana e il taglio dei parlamentari della settimana precedente. Senza raggiungere il 51% imposto dalla legge elettorale, abbiamo avuto bisogno necessariamente di trovare altre forze politiche per governare. Continuiamo a lavorare umilmente, rispettando gli impegni e mettendoci al servizio". Tutto e il contrario di tutto. Terza via o alleanza? Si vedrà.

Elezioni Umbria, Bianconi ammette la sconfitta: "Abbiamo perso, ho perso e mi prendo la responsabilità di questa sconfitta"

L'altro lato del patto è il Pd. E il segretario nazionale Nicola Zingaretti non si nasconde: "La sconfitta alla Regione Umbria dell'alleanza intorno a Vincenzo Bianconi è netta e conferma una tendenza negativa del centrosinistra consolidata in questi anni in molti grandi Comuni umbri, che non si è riusciti a ribaltare".

Poi tenta ti ricucire lo strappo del patto: "Il risultato intorno a Bianconi conferma, malgrado scissioni e disimpegni, il consenso delle forze che hanno dato vita all'alleanza. Ringrazio Vincenzo Bianconi per la sua generosità, per essersi messo a disposizione negli ultimi giorni utili e tutti gli elettori e i militanti che si sono battuti in una condizione difficile se non drammatica in quella Regione".

E ancora: "Ovviamente rifletteremo molto su questo voto e le scelte da fare, voto certo non aiutato dal caos di polemiche che ha accompagnato la manovra economica del Governo. Sicuramente, anche se in una situazione difficile, è stato giusto metterci la faccia e combattere. Organizzeremo l'opposizione in Consiglio Regionale e nella società per contrastare questa deriva". Umbria fatale? Tempo al tempo. Elezione regionale a elezione regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria fatale per l'alleanza Pd-M5s? Zingaretti: "Rifletteremo sul voto", i 5Stelle: "Il patto civico non ha funzionato"

PerugiaToday è in caricamento