Regione, la Tesei corre veloce sulla nuova Giunta regionale: sciolti i nodi del vice e presidenza Consiglio

Sono le prime due certezze che stanno emergendo a 72 ore dalla storia vittoria. Definito lo schema per l'assegnazione degli assessorati agli alleati. Nomi e deleghe ancora sul tavolo delle trattative

Donatella Tesei, neo-presidente della Giunta regionale dell'Umbria, vuole chiedere in fretta la questione della Giunta per poter così mettere in moto il programma del centrodestra più civici. Lo schema è stata deciso e due impotanti caselle sono (quasi) coperte. Partiamo dalla vice-presidenza: all'80 per cento spetterà a Forza Italia.

Roberto Morroni, ex sindaco di Gualdo Tadino ed esperto in finanza (professionista della squadra Mediolanum), è un moderato, laico ed è uno a cui non mette pensiero presidiare eventi, iniziative e conferenze stampa. Un vice perfetto per una Presidente che dovrà presidiare mille fronti. L'accordo è quasi fatto ma resta al momento un 20 per cento di possibilità che la vice-presidenza possa andare ad altri alleati in caso di trattativa serrata sulle deleghe.

Fratelli d'Italia, a cui sarebbe spettato il ruolo di vice-presidente, ha dato il via libera per Morroni. Il partito della Meloni preferisce la soluzione "presidente del consiglio regionale e un assessore di riferimento" ma pescato esternamento dal bacino degli eletti di centrodestra. Per l'assessorato due i nomi su tutti: in pole Michele Fioroni, assessore dai sei anni con Romizi a Perugia, esperto in marketing territoriale. L'uomo della vittoria , in fatto di comunicazione e strategie, della Tesei. Secondo nome: l'avvocato Giuseppe Caforio. Per quanto riguarda la presidenza del consiglio regionale, Marco Squarta, il più votato in fatto di preferenze dagli umbri, è il nome giusto. 

Alla Lega due assessorati forti del 37% conquistato nelle urne: agricoltura e sanità, le deleghe richieste e quasi semi-ottenute. Mancini, il capolista dei leghisti, quasi certo. Gli altri sono al vaglio della Tesei e del partito. 

Lo schema per la Giunta si conclude con: assessorato alla civica Presidente Tesei. Ovviamente il nome dell'Agabiti-Urbani è quello più gettonato ma potrebbe essere candidata nelle elezioni suppletive, Senato 2 dell'Umbria, in sostituzione della dimissionaria Governatrice, attualmente Presidente della Commissione Difesa a Palazzo Madama. Quindi sale l'ipotesi di un nome pescato tra i primi dei non eletti della civica. Due donne e un uomo in lizza: gli ex assessori di Perugia, Casaioli e Severini, e l'imprenditore di Cascia Magrelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • L'ultimo saluto a Carlotta Martellini, il funerale fissato per sabato 1 agosto a Solomeo

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento