REGIONALI 2015 Il piano regionale del Pd su infrastrutture, mobilità e trasporto pubblico

L'obiettivo  politico  della  proposta  è  di  adeguare  il  sistema  dei  trasporti e  delle  infrastrutture  di  servizio  dell'Umbria  agli  standards  europei.  Va ricercato il miglioramento del “sistema” che riesca ad integrare sempre di più la gomma(strade),il ferro(ferrovie),la navigazione aerea e lacustre,nel rispetto  ambientale  e  con  una  logistica  che  si  interconnette  agli  altri sistemi trans-regionali ,nazionali ed europei.

Sono  da  condividersi  le  linee  generali  del  Piano  Regionale  dei  Trasporti 2014-2020  approvato  dal  Consiglio  Regionale,    dove  sono  contenuti  i principali  obiettivi  e  le  conseguenti  volontà  di  azioni  che  per  specificità di  materia  si  vanno  a  spalmare  necessariamente  su  un  arco  temporale medio-lungo.  La  progettualità  condivisa  è  fondamentale  ma  è  solo  il primo passo cui devono seguire il reperimento di risorse, la progettazione e la realizzazione delle opere .

I macro temi:

a) Sistema Ferroviario:

- Dotare l'Umbria di un accesso al servizio dell'alta velocità individuando 

la località più idonea lungo l'asse ferroviario Roma-Firenze per la fermata 

“Media-Etruria”. Per bacino di utenza appare l’unica strada per collegare 

la nostra regione all’asse dell’alta velocità;

-Migliorare  i  collegamenti  esistenti  con  Roma-stazione  Termini;  Roma  -

stazione Tiburtina e con l'aeroporto di Fiumicino;

b) Sistema Aeroportuale:

-  Potenziamento  dell'Aeroporto  San  Francesco  per  migliorare  i  flussi 

turistico-commerciali  e  consolidamento  dello  scalo  nella  rete  top 

nazionale, attraverso una visione sistematica e periodica delle prospettive 

sulle quali concentrare i maggiori investimenti ;

c) Sistema Viario:

- E45: Nessuna preclusione aprioristica sulla trasformazione in autostrada, 

previa  valutazione  sulle  priorità  delle  tratte  da  realizzare,  ed  esenzione 

totale  del  pedaggio  per  cittadini  e  lavoratori  umbri  (come  già  fatto 

con  successo  rispetto  alla  Perugia-Bettolle).  Diversa  a  tal  proposito  la 

valutazione  su  tutti i mezzi  che invece  utilizzano la  nostra  regione  come 

“binario di transito” tra Orte e Cesena inquinando il territorio e usurando 

il manto stradale. Unitamente va ribadita la centralità e strategicità della 

realizzazione del nodo di Perugia.

- Completamento della Quadrilatero Marche-Umbria;

-  realizzazione  della  E78:  è  stata  costituita  la  società  di  progetto 

“Centritalia  Spa  Corridoio  Centro  Italia”,  a  novembre  2014,  tra  Anas  e 

Regioni Toscana, Umbria e Marche cui sarà demandata tutta l'attività per 

la realizzazione dell'opera;

- Strada Piandassino (Gubbio-Umbertide): è in appalto il 2° stralcio, manca 

il finanziamento per l'ultimo tratto di 12Km circa;

-  Raccordo  autostradale  Orte-Terni-Rieti:  progettazione  e  reperimento 

risorse per il completamento;

- Strada provinciale Pievaiola: esecuzione lavori (allargamento e messa in 

sicurezza) per circa 11.000.000 di Euro;

d) Sistema del traffico delle merci:

- E' in atto la realizzazione di tre Piastre Logistiche a Città di Castello-San 

Giustino, a Foligno e a Terni collocate in corrispondenza dei collegamenti 

stradali  trasversali  esistenti  e  in  divenire  con  la  dorsale  Tirrenica, 

la  dorsale  Centrale  e  la  dorsale  Adriatica,  per  l'interscambio  merci 

provenienti anche dal  trasporto marittimo dai porti di Ancona, Livorno e 

Civitavecchia;

e) Trasporto Pubblico Regionale Locale:

-  Efficentamento  dei  servizi  su  gomma,  ferro  e  lacustre  che  devono 

essere intermodali e organizzati secondo criteri di estensione dei servizi, 

efficienza  e  sostenibilità  dei  costi  garantendo  coesione  interna  ed 

equilibrio territoriale;

- I servizi extraurbani di lunga percorrenza devono correlarsi con i servizi 

urbani per ottimizzare il sistema e renderlo più efficiente;

-  Deve  essere  implementata  la  rete  di  percorsi  ciclo-pedonali  su  tutto  il 

territorio  regionale  per  incrementare  la  mobilità  ecologica  e  la  vivibilità 

sul nostro territorio;

-  La manutenzione  delle  strade:  il  Pd  si  impegna  perché  il Governo e gli 

Enti  locali  stanzino  adeguate  risorse  per  la  manutenzione  delle  strade 

statali,  provinciali,  comunali,  per  invertire  l’attuale  sofferenza  in  cui 

versano e per allineare il nostro con le pratiche adottate da  tutti gli altri 

Paesi  europei;  la  manutenzione  programmata  porta  enormi  benefici 

in  termini  di  sicurezza  e  notevoli  risparmi  economici,  rimuovendo  le 

famigerate “buche” oggetto di tanti comitati e tante legittime proteste.

Il Pd dell'Umbria fa proprie queste tematiche ed è aperto al confronto e a 

recepire tutti i suggerimenti che saranno utili.

Il  Pd  dell'Umbria  si  impegnerà  perché  questi  obiettivi  programmatici 

vengano  conseguiti  e  conseguentemente  realizzati  nell'interesse  degli 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

umbri che vogliamo rappresentare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento