Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Il contro-dossier sul Covid in Umbria, Paparelli chiede delle correzioni: "Dal caso tamponi all'assunzione di personale"

L'opposizione chiede anche alla Giunta di valutare il ripristino oltre che delle lezioni in presenza per la prima media

I toni sono pacati ma le divergenze sulla gestione del Covid, anche in chiave terza potenziale ondata, tra maggioranza e opposizione sono molte. Il portavoce del centrosinistra, Fabio Paparelli, ha rappresentato in aula tutti i correttivi per il Piano della Tesei per evitare altre criticità gravi. La scelta di non fare tamponi agli asintomatici conviventi di positivi, secondo il centrosinistra, deve essere rivista: "Io ero positivo asintomatico e nessuno mi ha detto niente. Le liberatorie non funzionano, decine persone negative da giorni non riescono ad avere la liberatoria, carente anche il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti. Dobbiamo riconoscere che ci sono ancora criticità. Tamponi a oncologici e immunodepressi, queste persone devono avere un percorso preferenziale". 

Bocciati ancora una volta sia l'ospedale da campo regionale - finanziato però dal Governo Pd-5Stelle che in teoria è il governo dell'opposizione in Umbria - e l'ipotesi trasferimento in caso di pandemia ai massimi livelli all'ospedale di Civitanova Marche (realizzato da Bertolaso): "Non siamo convinti degli ospedali da campo, in futuro non resteranno. No  all’ipotesi Civitanova Marche. Speriamo non serva, che il piano di salvaguardia non scatti, ma dobbiamo rivederlo". L'opposizione chiede un potenziamento dei medici e para-medici: "Abbiamo bisogno di anestesisti ma anche di infermieri, la medicina di territorio è da ripristinare. Altro tema il recupero delle prestazioni sanitarie sospese. I reparti sono dedicati totalmente al Covid. Non riteniamo giusta la soluzione di chiudere reparti ospedalieri di eccellenza e mandare i nostri professionisti a operare nelle cliniche private". 

L'opposizione chiede anche alla Giunta di valutare il ripristino oltre che delle lezioni in presenza per la prima media, della riapertura in presenza dei laboratori per le attività pratiche e gli esami finali dei percorsi formativi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il contro-dossier sul Covid in Umbria, Paparelli chiede delle correzioni: "Dal caso tamponi all'assunzione di personale"

PerugiaToday è in caricamento