rotate-mobile
Mercoledì, 4 Ottobre 2023
Politica

Elezioni, "Noi per l'Italia" chiede parità: "Da Terni una lezione sui rapporti di forza"

Il segretario regionale Gianni Dionigi analizza il voto in vista del prossimo impegno delle Regionali

Le vicende elettorali ternane devo essere di stimolo per il centro destra e di insegnamento. Lo dice il segretario regionale dell’Umbria di “Noi per l’Italia”, l’avvocato Gianni Dionigi.

“Nel fare gli auguri di buon lavoro al sindaco di Terni Stefano Bandecchi al vice sindaco Corridore e alla neo giunta mi preme sottolineare che: c'è una situazione fluida ed inedita politicamente – afferma Dionigi - È maggiormente inconcepibile che alcuni partiti in forza di un risultato ottenuto precedentemente - e che non è detto che venga confermato - si ritengono titolati in diritto di decidere sulle candidature locali senza consultarsi con tutti gli alleati. Il nostro partito è il più piccolo della coalizione di centro destra, ma chiediamo ed esigiamo di essere considerati alla stessa stregua dei partiti maggiori e ciò nell'interesse di tutti i partecipanti alla coalizione”.

Un monito, ma anche un’indicazione per la prossima tornata elettorale che riguarderà Palazzo Donini e anche Palazzo dei Priori. “Alle prossime elezioni i rapporti di forza interni alla coalizione potrebbero mutare ma il principio è e rimane lo stesso: pari dignità – prosegue Dionigi - Per le prossime elezioni regionali il criterio deve essere il medesimo. Chi si candida deve prospettare in tempo la propria disponibilità e occorre che venga fatto con congruo anticipo rispetto alla scadenza elettorale ed i partiti della coalizione debbono poterne discutere apertamente e pubblicamente ossia nella massima trasparenza”.

Avvocato Gianni Dionigi-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, "Noi per l'Italia" chiede parità: "Da Terni una lezione sui rapporti di forza"

PerugiaToday è in caricamento