Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Ecco l'Umbria Film Commission: "Così valorizzeremo territorio e identità"

Presentata la neonata fondazione promossa e sostenuta dalla Regione, dai sindaci di Perugia e Terni e dall'Anci

È il giorno del 'battesimo' per la neonata Umbria Film Commission, presentata questa mattina dalla Regione Umbria che l'ha promossa e sostenuta insieme ai Comuni di Perugia e Terni e all’Anci Umbria.

Nata con lo scopo principale di promuovere e valorizzare il patrimonio artistico e ambientale, la memoria storica e le tradizioni delle comunità umbre, creando le condizioni per attrarre le produzioni cinematografiche, televisive, audiovisive e pubblicitarie italiane ed estere, la fondazione è stata presentata con la partecipazione di Lucia Borgonzoni, sottosegretario di Stato al Ministero della cultura, ii presidente di Anica Francesco Rutelli e quello dell'Associazione italiana film commission Cristina Priarone, mentre l'Umbria era rappresentata dalla governatrice Donatella Tesei, dall’assessore regionale alla Cultura Paola Agabiti, dal sindaco perugino Andrea Romizi e da quello ternano Leonardo Latini, oltre che dal presidente Anci Umbria Michele Toniaccini e dai vertici della costituenda Fondazione.

"Siamo riusciti a costituire la Fondazione tanto attesa che mancava in una regione come la nostra che è quasi un palcoscenico naturale per film e produzioni audiovisive - ha dichiarato in apertura la presidente Donatella Tesei -. Siamo consapevoli e convinti che la cultura serva a noi stessi e agli altri". E tal proposito la 'governatrice' ha voluto precisare che "proprio stamattina la Regione ha deliberato lo stanziamento di un milione e mezzo di euro per sostenere questo percorso. Insieme a questo un'altra delibera di giunta è in arrivo e sarà finalizzata alla formazione professionale delle figure tecniche della filiera dello spettacolo".

Ad interventire in collegamento poi il sottosegretario Lucia Borgonzoni "Il ringraziamento va alla presidente Tesei per l'attenzione rivolta a questo settore che ha una ricaduta enorme laddove i Film Commission riescono a svilupparsi bene". La presidente Cristina Priarone ha sottolineato la necessità per una regione come l'Umbria di dotarsi di una Film Commission strutturata: "Le FC sono delle strutture che incarnano l'osmosi tra terriotorio e settore e quando l'osmosi è virtuosa si possono ottenere dei risultati importanti. Sono convinta che Genovese saprà dare vita a delle scelte strategiche e un clima umano in cui lavorare".

Pronti alle nuove sfide i sindaci dell'Umbria, concordi nel dichiarare quello odierno un momento storico e un nuovo punto di partenza per la regione. "Siamo davanti alla sfida del rilancio ma anche della resilienza. Dobbiamo rendere più attrattive le nostre bellezze e recuperare l'identità regionale. Su questo potremo assieme lavorare e affrontare tutte le sfide con un nuovo spirito di collaborazione tra territori".

Guida della Fondazione il regista Paolo Genovese, che ha delineato i punti fondamentali da cui partire:"Vogliamo attrarre le produzioni, con più film e serie tv girate in Umbria, poi pensiamo a una scuola e a un festival di cinema". Ad intervenire anche il presidente Anica, Francesco Rutelli: "L'Umbria è una realtà vibrante, soprattutto in termini di capacità creative. Ultimi nel timing della creazione della Film Commission, ma ciò può essere un valore aggiunto perché può portare ad imparare e vedere cosa ha funzionato e cosa no".

A concludere la presentazione Paola Agabiti: "Abbiamo creduto al progetto della Fondazione - ha detto l'assessore umbro alla Cultura -, un organismo stabile, a tempo indeterminato. È stato necessario dare vita ad un progetto che non fosse una cattedrale nel deserto, ma un qualcosa in grado di valorizzare quell'inestimabile patrimonio e le eccellenze della nostra regione. Sono sicura che grazie al contributo di Genovese e tutti i vertici della Fondazione potremo dare un forte impulso alla vita sociale, economica e culturale dell'Umbria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco l'Umbria Film Commission: "Così valorizzeremo territorio e identità"

PerugiaToday è in caricamento