menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
a sinistra l'assessore Stefano Vinti

a sinistra l'assessore Stefano Vinti

Mancato blocco degli sfratti: centinaia gli umbri che finiranno in mezzo ad una strada

Anche dall'Umbria un appello al Governo Renzi per prorogare gli sfratti per evitare un ulteriore dramma sociale. L'assessore regionale Stefano Vinti in prima linea per difendere le famiglie (molti gli anziani umbri) che si potrebbero trovare in strada a breve

Il mancato blocco degli sfratti per fine locazione da parte del Governo Renzi rischia di mandare in mezzo ad una strada alcune centinaio di famiglie in Umbria. I dati sono stati forniti dall'assessore regionale Stefano Vinti che ha elogiato i colleghi di Roma, Milano e Napoli autori di un appello al Premier in cui si chiede di fermare l’intervento delle forze dell’ordine per quelle famiglie sfrattate.

“La stragrande maggioranza dei casi – dice Vinti – in questa tipologia sono i pensionati. In Italia si stimano almeno 30 mila  famiglie e in Umbria alcune centinaia con questi requisiti. Pertanto un provvedimento che garantisse gli inquilini e al tempo stesso i piccoli proprietari immobiliari era atteso da più parti, anche a seguito di un ordine del giorno specifico, approvato dal Parlamento, su proposta del Partito Democratico”.

 “Si trattava - continua l’assessore regionale – di una proroga che avrebbe riguardato una singola fattispecie di sfratti, quelli per finita locazione che quindi avrebbe escluso sia la morosità, oggi la causa prevalente di sfratto, sia la necessità per il proprietario di ritornare in possesso dell’alloggio. Si tratta di famiglie che per livello di reddito e situazione complessiva hanno scarse, se non nulle, possibilità di reperire un alloggio a libero mercato e data la cronica carenza di alloggi a canone sociale, risulta improbabile che possano risultare assegnatari di un appartamento pubblico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento