rotate-mobile
Politica

Un milione di euro per potenziare i servizi di presa in carico, diagnosi e cura dei pazienti autistici

Incontro tra il presidente dell'assemblea legislativa Marco Squarta e i vertici dell'assessorato regionale alla Sanità

Un milione di euro per potenziare i servizi di presa in carico, diagnosi e cura dei pazienti affetti da disturbi dello spettro autistico. È quanto emerso dall’incontro chiesto dal presidente dell’Assemblea legislativa Marco Squarta con l’assessore Coletto e i funzionari del Servizio sanitario regionale.

Fondi che serviranno per rinforzare un percorso in parte già definito per dare piena attuazione alle direttive nazionali in materia di autismo, sulla scorta dei fondi in arrivo dal Ministero, i quali presumibilmente verranno assegnati nella prossima seduta della Conferenza Stato-Regioni.

Il progetto si occuperà di formazione, reclutamento personale specializzato, definizione di progetti individuali che prevederanno anche la somministrazione del trattamento Aba, ad oggi non erogato dal servizio sanitario regionale poiché in attesa che il Governo chiarisca il suo inserimento nei Lea, e che rappresenta un costo insostenibile per le famiglie.

Si stima di avviare tali progettualità entro i primi sei mesi dell’anno e questi segneranno l’anno zero sotto questo punto di vista, e andranno a ridimensionare questioni e disservizi che si protraggono ormai da troppo tempo e che vengono da lontano.

"È giusto dotare l’Umbria di strumenti innovativi per organizzare in maniera efficiente ed efficace tutti quei servizi indirizzati al trattamento e alla cura dei pazienti affetti da disturbi dello spettro autistico - spiega Squarta - L’assessore Coletto sta da tempo cercando di mettere ordine in un disordine strutturato, come fatto anche per la rete della neuropsichiatra infantile recentemente istituita. Un passo avanti che traccia un solco nuovo per il tema dei disturbi del neurosviluppo e che vuol dare inizio a un’attenzione più puntuale nei confronti delle famiglie e dei drammi che vivono per la mancanza cronica di risposte adeguate”.

Il presidente Marco Squarta ha espresso soddisfazione al termine dell’incontro, affermando che monitorerà “l’evolvere di ogni passaggio per dare un contributo serio e responsabile all’attuazione del progetto, che spero possa finalmente cambiare e migliorare la condizione di tanti cittadini che da anni chiedono di essere ascoltati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un milione di euro per potenziare i servizi di presa in carico, diagnosi e cura dei pazienti autistici

PerugiaToday è in caricamento