menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Lupattelli, una "non-via" tra auto in sosta invasiva e pedoni bloccati

E c'è ancora chi ha il coraggio di chiamarla via. Gli studenti "dovrebbero" poter passare, perché le auto occupano completamente la pseudo-carreggiata

Via Astorre Lupattelli: c’è ancora chi ha il coraggio di chiamarla “via", ma è diventata un orribile parcheggio abusivo, dove i pedoni stentano a passare. È di fatto un “cul de sac”, aperto verso la parte superiore (dove si trova anche il locale “Ecce Bombo”), ma attappato verso il basso. È formata da una teoria di scalette e da un breve tratto di strada che collega via Innamorati con via Elce di Sotto.

Siamo in piena zona universitaria e la strada è percorsa prevalentemente da studenti che si recano presso la mensa di via Pascoli, le facoltà scientifiche della Conca e verso l’aula di studio, molto frequentata.

La via dei commercianti di Elce e quei parcheggi pagati a caro prezzo: "Agevolazioni per chi lavora"

Gli studenti “dovrebbero” poter passare, perché le auto occupano completamente la pseudo-carreggiata. “Finirà che, un giorno o l’altro, arriveranno a parcheggiare fin sulle scalette”, commenta una signora con carrettino della spesa. A valle ci sono pizzerie e ristoranti, servizi di fotocopie e student corner: dunque c’è l’esigenza di passare. Ma provateci voi! Vi si piazzano, specie in orario d’ufficio, cinque-sei auto, una dietro l’altra.

LA DENUNCIA Via Fabretti, i residenti insorgono: "Rumore giorno e notte come se fossimo alla stazione"

E se debbono uscire quelli imbottigliati all’interno? “No problem – sottolinea una residente, attenta osservatrice – sono tutti colleghi che si recano con l’auto al lavoro: basta un fischio, uno squillo di cellulare tra loro e vengono a spostarle”.

E i vigili? “Non si fanno vedere mai. Qualche volta hanno sanzionato, ma solo se siamo noi residenti a chiamare. Col rischio che qualcuno dei multati ci metta poi le mani addosso”.

Sta di fatto che questa è una non-strada, trasformata in parcheggio. Alla faccia di quell’Astorre Lupattelli, precettore dei Gallenga, titolari del palazzo che donarono al Comune. Astorre Lupattelli, quell’intellettuale illuminato che ebbe l’intuizione di creare l’Università per Stranieri. Anche se, ormai, nessuno se ne ricorda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento