L'Università di Perugia brilla e primeggia (ancora): è la migliore tra i grandi Atenei statali

Per il quinto anno consecutivo l’Università degli Studi di Perugia è in testa alla graduatoria nella categoria “Grandi Atenei”

L’Università di Perugia, per il quinto anno consecutivo, è ancora in testa alla classifica stilata dal Censis come migliore “Grande Ateneo” statale. La tradizionale classifica annuale degli Atenei italiani è stata pubblicata oggi dal quotidiano La Repubblica.it: l’Università degli Studi di Perugia, guidata dal Rettore Franco Moriconi, continua ad occupare la prima posizione tra i “Grandi Atenei” statali, ovvero quelli che contano fra i 20.000 e i 40.000 iscritti, con un punteggio complessivo di 93,8, davanti al secondo posto dell’Università di Calabria con 92 e a quello di Parma con 90,6 punti.

“Questo risultato, per noi di grandissima soddisfazione, è doppiamente importante – dichiara il Rettore Moriconi – perché se è già molto difficile raggiungere il primo posto è notevolmente più arduo mantenerlo, e addirittura per cinque anni di fila. Il mio ringraziamento va naturalmente ai delegati e ai componenti degli organi di Ateneo, il cui spirito di sacrificio e di servizio si unisce alla dedizione dell’intero corpo docente e del personale tecnico-amministrativo e bibliotecario”. “Abbiamo cercato di aprire una nuova era di condivisione e trasparenza – continua il Rettore - che vede l’Ateneo protagonista dei cambiamenti in atto, nonché motore della ricerca e dell’innovazione. I risultati ci hanno ancora una volta premiati e ci incoraggiano a migliorare ulteriormente”

La classifica, elaborata dall’Istituto di Ricerca per La Repubblica, suddivide gli Atenei italiani per categorie dimensionali omogenee e li valuta sulla base di 5 parametri: servizi, strutture, borse di studio per gli studenti, comunicazione digitale e azioni di internazionalizzazione.

Tra le azioni messe a segno dall’Ateneo Perugino, il progetto Erasmus , bandi ad hoc finalizzati alla mobilità di studenti da e verso paesi Extra UE, l’internazionalizzazione della didattica e della ricerca  e il rilascio di numerosi doppi titoli di laurea con valore internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento