menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia a Magione: trovato morto in un parcheggio vicino alla sua auto

Il sindaco Chiodini: "Un grave lutto nella giornata delle riaperture"

Un lunedì di riaperture segnato da due lutti quello di ieri al Trasimeno. Nel giorno in cui la Fase 2 entrava nel vivo anche in Umbria con le ripartenze del commercio al dettaglio, della ristorazione e dei servizi alla persona prima c'è stata la notizia del corpo di un pescatore di Castiglione del Lago recuperato senza vita dalla foce del fiume Anguillara, poi quella di un uomo, un 78enne, trovato morto vicino alla sua auto in un parcheggio di Magione.

Trasimeno, recuperato nel lago il corpo senza vita di un pescatore

"Nel giorno tanto atteso delle riaperture - ha scritto ieri sera Giacomo Chiodini, sindaco di Magione -, caratterizzato da un'apprezzabile autodisciplina di esercenti e cittadini, il territorio registra due gravi lutti. Il primo nelle acque del Trasimeno, a Castiglione del Lago, dove un pescatore socio della cooperativa di Panicarola ha perso la vita. Ai nostri pescatori, portatori dell'antica, e talvolta pericolosa, tradizione del mestiere della pesca, vada la vicinanza e la solidarietà di tutta la comunità magionese. Il secondo evento luttuoso si è invece verificato in un parcheggio di Magione capoluogo, dove è stata ritrovata una persona deceduta in circostanze ancora da chiarire ma che farebbero pensare ad un'ipotesi di suicidio".

Alla frontiera con l'autocertificazione: "Vado in Umbria", ma è un latitante

L'ipotesi del suicidio è stata poi confermata dai Carabinieri, grazie anche alle telecamere di sicurezza del parcheggio e a un biglietto che l'uomo ha lasciato ai suoi familiari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento