rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Umbertide

Crea il caos in un bar e colpisce con pugni e calci i Carabinieri: fermato solo grazie ad un colpo di Taser. "Era incontenibile"

Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi in provincia di Perugia. I militari costretti ad utilizzare la pistola elettrica per evitare il peggio

Una vera e propria furia che non sono riusciti a domare, con i metodi classici, i carabinieri intervenuti in un bar di Umbertide dove un pregiudicato straniero, in preda all'alcol, stava creando il caos oltre che minacciando gli avventori e i dipendenti del locale. Ma l'uomo non si è fermato neanche davanti all'arrivo dei militari: con tutta la sua forza li ha assaliti colpendoli con calci e pugni. Per evitare il peggio visto che lo straniero era incontenibile uno dei militari ha utilizzato la pistola elettrica (Taser) in dotazione. La scarica elettrica ha fermato l'uomo a terra rendendolo innocuo. Solo in questa maniera è stato possibile ammanettarlo e portarlo in Caserma. Il violento è un 38enne albanese - accusato di di reato di resistenza, oltraggio e violenza a Pubblico Ufficiale - dopo due giorni di domiciliari ha patteggiato in Tribunale una pena (sospesa niente carcere) di 11 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crea il caos in un bar e colpisce con pugni e calci i Carabinieri: fermato solo grazie ad un colpo di Taser. "Era incontenibile"

PerugiaToday è in caricamento