rotate-mobile
Cronaca

Giovane imprenditore sequestrato, colpo di scena in Corte d'Appello: due condanne

Oggi la Corte d'Appello d'Assise ha condannato i due imputati a sette anni di reclusione (uno era stato assolto in primo grado). Tutta la vicenda

Un giovane imprenditore di Spello era stato vittima di un sequestro a scopo di estorsione e per quei fatti, sei imputati finirono alla sbarra con tanto di richiesta di condanna formulata dal pm a undici anni di reclusione.(per quelli che scelsero il rito ordinario) L’imprenditore fu obbligato a salire su un’auto e segregato, fra minacce e violenze, in una rimessa di un cantiere edile nel Lazio. perché aveva provato a fare da intermediario per alcune “operazioni finanziarie”, poi andate in fumo. In particolare volevano scambiare 100 mila euro da riciclare, con 50mila “puliti". 

Prova a difendere la compagna: perugino picchiato, rapinato e legato dentro a un furgone

Oggi la corte d’Appello di Assise di Perugia, ha condannato uno degli imputati a sette anni e 4 mesi di reclusione, riconoscendo le attenuanti dopo la sentenza di primo grado a 11 anni, stessa condanna per l’altro imputato, che però era stato assolto in primo grado. Gli altri quattro imputati avevano scelto il rito abbreviato. Per tre era arrivata la condanna ( ora pendente il ricorso in Cassazione), mentre il quarto era stato assolto da ogni accusa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane imprenditore sequestrato, colpo di scena in Corte d'Appello: due condanne

PerugiaToday è in caricamento