Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Città di Castello

L'imprenditore altotiberino scomparso in Albania 8 mesi fa ricompare al mare dopo un naufragio a Livorno

Gli investigatori avevano ipotizzato anche un omicidio dopo il ritrovamento dell'auto bruciata e resti di un corpo all'interno

Davide Pecorelli, l’imprenditore altotiberino dato per morto negli ultimi otto mesi, dopo il ritrovamento della sua auto bruciata, con un corpo all’interno, a 30 chilometri da Puke, in Albania, è vivo.

L’uomo di 45 anni ha fatto naufragio con un gommone al largo di Livorno, dalla parte opposta del Mediterraneo, lontano centinaia di chilometri dal posto della sua sparizione. Ne dà notizia il quotidiano La Nazione.

Pecorelli dopo aver fatto naufragio ha chiamato la ex moglie, ma già da qualche settimana la Procura di Perugia che indaga sulla sparizione, forse omicidio come si era pensato in principio, con tanto di analisi dei resti carbonizzati trovati nell’auto, aveva ricevuto delle segnalazioni da parte di persone che avevano incontrato il 45enne.

Adesso resta da chiarire il perché della sparizione, dell’auto bruciata, a chi appartengono i resti umani trovati nel veicolo andato a fuoco e, soprattutto, il perché di questa messa in scena macabra.

L’uomo ha già annunciato che una volta rientrato in Umbria si presenterà ai magistrati per fornire la sua versione, avendo già affermato di essere stato in vacanza tutto questo tempo.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'imprenditore altotiberino scomparso in Albania 8 mesi fa ricompare al mare dopo un naufragio a Livorno

PerugiaToday è in caricamento