Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Umbria, rissa a colpi di bastone e coltelli per la bici rubata: assolti in appello

I due imputati, accusati di aver scatenato la lite, dopo la condanna in primo grado sono stati prosciolti dalla Corte a Perugia

Litigano per il possesso di una bici, poi intervengono gli amici e scoppia la rissa. A distanza di 5 anni, però, i due imputati che erano stati processati (gli altri avevano patteggiato o era usciti dal procedimento con l’abbreviato) per aver generato la rissa, sono stati assolti dalla Corte d’appello di Perugia.

La rissa era avvenuta a Terni il 2 settembre del 2017, iniziata presso una discoteca “in seguito a una lite scoppiata per il possesso illecito di una bicicletta”, in quanto il proprietario aveva riconosciuto il velocipede e aveva chiesto conto del furto alla persona che era seduta in sella.

Dalle parole si era passati ai fatti, con “uno schiaffo” dato dal proprietario della bici al presunto ladro, poi era degenerata con l’arrivo degli amici che si erano picchiati “con calci, pugni e con l’ausilio di coltelli, bastoni e bottiglie rotte, nel corso della quale restavano entrambi feriti” riportando lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

I due, difesi dagli avvocati Ilaria Iannucci e Francesco Mattiangeli, sono stati assolti dalla Corte d’appello di Perugia per non aver commesso il fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, rissa a colpi di bastone e coltelli per la bici rubata: assolti in appello
PerugiaToday è in caricamento