menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Presentazione rapporto Inail a Palazzo Donnini

Presentazione rapporto Inail a Palazzo Donnini

In Umbria si muore meno sul lavoro? Falso. In proporzione non è cambiato nulla

Il nuovo rapporto Inail sugli infortuni parla di un meno 21 per cento di decessi nel 2011. Ma in realtà solo perchè tra cassa integrazione e disoccupazione sono calati i lavoratori attivi ma gli infortuni e le malattie professionali restano alti

Ma è proprio vero che gli infortuni sul lavoro e le morti bianche sono in diminuzione in Umbria e nel resto del Paese? Se si analizzano i numeri secchi decisamente sì. Ma se si usa la proporzione tra i lavoratori in servizio attualmente e gli infortuni ecco che dunque quel segno meno viene cancellato lasciando invariata la drammaticità del fenomeno delle troppe morti bianche. Il rapporto dell'Inail è chiaro: nel 2011 sono morti 15 lavoratori-lavoratrici contro i 19 del 2011. Quattro decessi in meno che in proporzione indicano una invarianza del fenomeno che resta ed è sempre drammatico.

Ma nel 2012 l'occupazione attiva è scesa di diversi punti per migliaia di lavoratori rimasti senza lavoro o fermi in cassa-integrazione. Le chiacchiere dunque stanno a zero e quel meno 21 per cento va vista in un'altra ottica. Lo stesso vale per gli infortuni invalidanti: nel 2012 sono stati 11.447 contro i 13.353 del 2011. Addirittura qui la diminuzione è solo del 14 per cento dimostrando come anche in questo caso sia tutto, in proporzione, invariato. E viene da dubitare sulla efficacia dei provvedimenti e sulle campagne di prevenzione portate avanti fino ad oggi.

Gli stessi tecnici dell'Inail dell'Umbria ammettono: "Una riduzione che va in ogni caso valutata alla luce dagli effetti negativi prodotti dal perdurare  della crisi economica che ha causato la cancellazione di moltissimi posti di lavoro". Preoccupano però le malattie professionali che, anche con meno lavoro, il trend resta sostanzialmente stabile: quelle manifestatesi nel 2012 sono state 1.420 contro le 1.428 del 2011 (-0,55 per cento). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento