Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Producevano e vendevano materiale pedopornografico, sequestri in Umbria e altre 8 regioni

L'indagine è partita da Napoli. Ricostruito un importante giro d'affari

Una presunta rete di pedofili in Umbria e altre 8 regioni italiane stata scoperta dalla polizia in una indagine su delega della procura di Napoli, denominata Black room. Agenti della polizia postale di Napoli e del Centro nazionale di contrasto alla pedopornografia online del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma hanno eseguito diversi decreti di perquisizione nei confronti di indagati per detenzione e commercio di materiale pedopornografico, realizzato sfruttando minorenni.

L’analisi delle tracce informatiche lasciate in rete dagli internauti e la ricostruzione meticolosa dei flussi finanziari hanno consentito di identificare i destinatari dei decreti, tra Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto e Calabria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Producevano e vendevano materiale pedopornografico, sequestri in Umbria e altre 8 regioni
PerugiaToday è in caricamento