menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pincetto, lo spaccio si è già rigenerato: altri clan all'opera che tagliano le dosi a cielo aperto

Per quattro ore abbiamo cercato di monitorare il parco per capire cosa fosse cambiato dopo gli ultimi arresti importanti della Squadra Mobile. Altri spacciatori e altri clienti su e giù per le scalette. E tanto movimento tra i muretti. Seconda tappa del nostro giro nei parchi cittadini

E’ di pochi giorni fa la notizia, cinque per l’esattezza, dell’arresto del clan della “Brandina”. Noi di PerugiaToday abbiamo deciso di tornare al parco del Pincetto per vedere se effettivamente qualcosa è cambiato. 

SPACCIO - Dalle 15,30 alle 18 si sono alternati tre presunti spacciatori che hanno rovistato e nascosto tra le pietre dei muretti qualcosa. Un nascondiglio che la Squadra Mobile ha immortalato con le telecamere scoprendo, già alcuni giorni fa, dove si tratta di una sorta di magazzino per le dosi. Lo scopo dei pusher e di non non farsele trovare addosso in caso di perquisizione. Diversi i potenziali clienti che si sono allontanati con gli spacciatori che non hanno mai staccato l'orecchio dal telefono. Rispetto agli ultimi arresti ora i nuovi pusher sono molto più discreti e guardinghi rispetto al clan spavaldo della brandina finito a Capanne.

SIRiNGHE E LABORATORIO A CIELO APERTO - Tra rovi e mattoni abbandonati le siringhe sono ancora ovunque. Basta salire quelle gradinate di erba e legno e osservare ai lati per scorgerne alcune. Ci sono di tutti i tipi con cappuccio o senza, rotte, con ago o senza ago. Ma il vero problema questa volta non sono solo le siringhe. Tra i cespugli infatti alcuni buchi scavati, per terra scatole di medicinali, gli stessi con cui si taglia la droga. È in quei buchi che gli spacciatori nascondono infatti lo stupefacente che poi viene portato direttamente in via Oberdan. È semplice arrivarci, basta salire e fuggire da un cunicolo creato appositamente in cima alle gradinate. Il Pincetto è quindi l’unico tramite diretto tra via Guerra (zona corso Cavour) e il centro della città. Una sorta di staffetta, da un posto a un altro, che permette, senza tanti problemi, di poter trafficare indisturbati. Lo spettacolo non è dei migliori. Purtroppo lo spaccio riesce a rigenerarsi nonostante il lavoro delle forze dell'ordine. Troppo ricca la piazza di Perugia da dove vengono da tutto il Centro Italia per acquistare a colpo sicuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento